Istruzione e lavoro / Imprese

Commenta Stampa

Moretta: Imprese puntino su qualità per competere in Europa


Moretta: Imprese puntino su qualità per competere in Europa
20/11/2013, 15:07

NAPOLI - “Il protocollo d’intesa firmato dall’Ordine dei commercialisti di Napoli e dall’associazione Spazio alla Responsabilità ci permetterà di spingere ancora di più nel campo dello sviluppo sostenibile. Vogliamo che il dottore commercialista diventi promotore di maggiore qualità per le imprese campane, utilizzando strumenti quali il bilancio sociale, che permetterebbe ai nostri imprenditori di competere in Europa”. Lo ha detto Vincenzo Moretta, presidente dell’Ordine dei dottori commercialisti ed esperti contabili di Napoli, aprendo il convegno “Il ruolo del commercialista per la sostenibilità economica, sociale e ambientale delle Pmi”.
Per Severino Nappi, assessore al Lavoro della Regione Campania: “le imprese vanno accompagnate in un percorso di rinnovamento. Il nostro compito è sostenerle e metterle in condizione di competere in un mercato che richiede sempre più qualità. Una sfida che chiama in causa anche i commercialisti, parte integrante del mondo del lavoro”.
Secondo Domenico Achille, comandante interregionale dell’Italia Meridionale della Guardia di Finanza: “fare sinergia in un settore di grande attualità ed interesse è prioritario. Da parte mia, era doveroso portare la testimonianza della Guardia di Finanza in un mondo professionale con il quale quotidianamente ci confrontiamo”.
Immacolata Vasaturo, consigliere delegato per le Pari opportunità dell’Odcec Napoli, ha evidenziato come il bilancio sociale rappresenti “una leva competitiva per le pmi del nostro territorio. Un’azienda trasparente e responsabile è un’azienda più competitiva: migliorare l’impatto sociale della propria attività incide positivamente anche sui bilanci”.
“L’obiettivo è far comprendere alle imprese l’utilità di questo strumento di rendicontazione che non è obbligatorio - ha osservatoCarmen Padula, presidente della commissione Pari opportunità dell’Ordine partenopeo -, ma certamente necessario per competere sul mercato internazionale”.
Alla tavola rotonda, moderata dalla giornalista de Il Sole 24 Ore, Maria Carla De Cesari, sono intervenuti anche Stefania Brancaccio, vicepresidente di Coelmo Spa e consigliere nazionale di Federmeccanica; Aldo Savarese, presidente del contratto di rete “Packaging sostenibile 100% Campania”; Raffaella Papa, presidente dell'associazione Spazio alla Responsabilità, Luisa Festa, consigliera di Parità della Provincia di Napoli, Annamaria Schena, presidente della commissione Pari opportunità dell'Unione industriali di Napoli, Filomena Buonocore, docente di Oragnizzazione aziendale all'Università Parthenope, su “Politiche e strumenti per lo sviluppo dell'azienda” e Stefano Cola, presidente della Fondazione Turismo accessibile, sul “Bilancio di sostenibilità”.

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©