Istruzione e lavoro / Lavoro

Commenta Stampa

MORTI BIANCHE IN CAMPANIA, LOPA: ABBIAMO BISOGNO DI NORME ESECUTIVE


MORTI BIANCHE IN CAMPANIA, LOPA: ABBIAMO BISOGNO DI NORME ESECUTIVE
30/09/2008, 14:09

Per le morti bianche bisogna immediatamente attivare un coordinamento sulle attività di vigilanza. Lo ha dichiarato il Rappresentante della Consulta Nazionale dell’Agricoltura, Rosario Lopa, sulle recinti morti sul lavoro nel settore agricolo-agroalimentare, che ha colpito la Campania. Bisogna sempre più coordinare la sicurezza sui luoghi di lavoro, ha ribadito l’esponente dell’Agricoltura, riordinare la materia in un testo unico, semplificare, coordinare, ma soprattutto investire sulla prevenzione. Abbiamo bisogno, continua Lopa, di norme esecutive, come ad esempio il coordinamento nazionale delle attività di vigilanza. Tale coordinamento che si può attuare tramite un atto amministrativo, armonizzerebbe e razionalizzerebbe le competenze istituzionali, evitando sovrapposizioni e duplicazioni di interventi, oltre a garantire indirizzi generali uniformi su tutto il territorio nazionale. Il coordinamento permetterebbe, ha spiegato Lopa, senz'altro, un uso più razionale ed efficiente delle risorse umane disponibili presso le amministrazioni pubbliche interessate ed un parziale superamento dei limiti derivanti dalle carenze strumentali e di organico. In tal modo si potrebbe aumentare il numero delle ispezioni sul territorio per verificare il rispetto delle norme sulla sicurezza. Bisogna sottolineare, ha concluso Lopa, non solo l’importanza della sicurezza sul lavoro, che ancora necessita nella nostra Regione, la Campania, a Napoli e in tutto il Paese di una rilevante attenzione, ma anche confermare l’impegno delle forze sociali, politiche e sindacali sulle nuove forme del lavoro, in cui più facilmente si annida la precarietà e l’incertezza per il futuro, specialmente tra i più giovani, per combattere gli infortuni sul lavoro e i fenomeni del lavoro nero e del caporalato nel campo agricolo, per questo motivo abbiamo fissato un incontro con il Sottosegretario all’Agricoltura, Antonio Buonfiglio, per discutere del fenomeno interno al settore.

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©