Istruzione e lavoro / Formazione

Commenta Stampa

Tra le priorità la formazione all'interno delle scuole

Napoli, apre sportello Ispesl per salute e sicurezza


.

Napoli, apre sportello Ispesl per salute e sicurezza
19/02/2010, 16:02

NAPOLI - Diffondere la cultura della sicurezza nei luoghi di vita e di lavoro in tutto il territorio della regione Campania. Con questo obiettivo l'Ispesl (Istituto superiore per la prevenzione e la sicurezza del lavoro) apre uno sportello informativo a Napoli. Il servizio sara' inaugurato domani, alle 11 presso il dipartimento dell'Istituto nel capoluogo campano (in via Lomonaco 3).
Lo sportello sara' una "risorsa aggiuntiva del dipartimento, luogo di mediazione tra Enti e societa'", spiega l'Ispesl in una nota, con lo scopo "di agevolare l'accesso degli utenti ai servizi e di comunicare e diffondere in tempo reale informazioni aggiornate sulla normativa riguardante la sicurezza nei luoghi di vita e di lavoro", sottolinea l'Istituto. "Il target fruitore di riferimento - precisa il direttore generale dell'Ispesl, Umberto Sacerdote - e' costituito da imprese, datori di lavoro, responsabili per la sicurezza, organizzazioni professionali, interlocutori sociali e istituzionali. Lo sportello fornisce informazioni sulle modalita' di erogazione dei servizi omologativi e sui corsi di formazione, aggiornamento delle specifiche professionalita' indicate nel testo unico sulla sicurezza e alta formazione". Sara' inoltre un "mezzo di conoscenza delle effettive esigenze dell'utenza e del relativo grado di soddisfazione, garantendo da ultimo sia la presenza sul territorio sia il riscontro della efficacia dell'intervento istituzionale".
Il servizio supportera' l'utenza con modalita' di front-office, telefoniche e informatiche. Quella della "salute e la sicurezza negli ambienti di vita e di lavoro - evidenzia Sacerdote - e' una tematica che interessa l'intera collettivita'. L'obiettivo principe dell'iniziativa e', e deve essere, sostenere e promuovere la prevenzione quale fondamentale strumento operativo, trasformando l'obsoleto modus operandi 'a danno avvenuto' in un piu' responsabile stile di vita". Sono previsti corsi e seminari per la diffusione della cultura della sicurezza. Particolare attenzione sara' rivolta ai giovani e agli studenti, nella convinzione che "la cultura della sicurezza deve iniziare proprio dai banchi di scuola", sostiene l'Ispesl. "Quello di Napoli - conclude - rappresenta un progetto pilota da esportare in tutto il territorio nazionale”.

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©