Istruzione e lavoro / Lavoro

Commenta Stampa

Napoli: Commissione Lavoro su mercato ittico


Napoli: Commissione Lavoro su mercato ittico
27/09/2013, 15:50

NAPOLI - La Commissione Lavoro, presieduta da Antonio Crocetta, si è riunita oggi per discutere della riapertura del mercato ittico di Piazza Duca degli Abruzzi. Hanno partecipato all’incontro l’Assessore al Commercio Enrico Panini, il Presidente del CAAN Lorenzo Diana e alcuni rappresentanti degli operatori mercatali. In apertura, l’assessore Panini ha annunciato che la riapertura della sede storica del mercato ittico avverrà il prossimo 13 dicembre, assicurando così, che non si arriverà impreparati all’appuntamento del Natale, periodo essenziale per l’economia del settore. Ricordando la delibera di giunta, del 13 agosto scorso, sul preaffidamento del mercato al CAAN, l’Assessore ha informato che è in corso di elaborazione l’atto di concessione definitiva, che dovrà poi essere approvata dal Consiglio entro il 27 ottobre, termine di validità dell’atto deliberativo. Nei giorni scorsi sono stati effettuati i sopralluoghi della A.S.L. per verificare che i lavori svolti siano conformi alle prescrizioni imposte. Nei prossimi giorni si procederà alla preassegnazione dei box agli operatori che ne hanno fatto richiesta. Entro dicembre, infine, saranno completate tutte le operazioni di controllo e verifica necessarie all’acquisizione della certificazione di idoneità dello stabile. Il presidente del CAAN ha poi precisato alcuni punti fondamentali del cronoprogramma di interventi concordati con l’Amministrazione: la verifica dell’idoneità statica dell’edificio per la quale occorrerà un mese; la realizzazione di un piano di sicurezza e antincendio; la regolamentazione degli accessi alla struttura, degli spazi esterni e di quelli di carico/scarico merci.
Seguirà il contratto di affidamento dei lavori che prevederà il sistema del doppio turno per accorciare i tempi di esecuzione. Inoltre, con la preassegnazione dei box – che sarà concessa solo a quanti sono in regola con la documentazione e il pagamento dei canoni – partirà la ristrutturazione a carico degli stessi. Infine, il presidente Diana ha osservato che la concessione al CAAN, sul quale ricadono gli oneri di ristrutturazione dell’edificio mercato ittico, dovrà prevedere un canone non eccessivamente elevato, anche per tutelare gli operatori, magari prevedendo il meccanismo della compensazione.
I consiglieri intervenuti hanno osservato in particolare: la necessità di esaminare una documentazione più dettagliata possibile, completa di crono programma e progetto industriale, in vista della delicata assunzione di responsabilità cui è chiamato il Consiglio (Fiola e Gennaro Esposito), soddisfazione per le scelte dell’Amministrazione in materia di commercio fortemente improntate al rispetto delle legalità (Lebro), preoccupazione sul rispetto dei tempi e sull’effettiva disponibilità di risorse per l’operazione (Moretto); la possibilità di anticipare l’apertura del mercato al fine di venire incontro alle esigenze degli operatori (Formisano); necessità che il recupero del mercato proceda di pari passo con la riqualificazione del parco della Marinella così da trasformare l’area in un attrattore turistico (Attanasio). Nel corso di una breve replica, l’Assessore Panini ha chiarito che il cronoprogramma dettagliato è stato condiviso nei suoi contenuti con il CAAN e gli operatori, con i quali il dialogo è stato sin dall’inizio aperto e costante. Il Presidente Crocetta ha assicurato una costante attenzione della Commissione e il monitoraggio di tutte le fasi che porteranno alla riapertura del mercato.
La Commissione ha poi incontrato i rappresentanti delle associazioni di operatori agricoli (Coldiretti, Confederazione Italiana Agricoltori, Confagricultura e Associazione “Mercato del Contadino”) per raccogliere una serie di osservazioni sul regolamento per il funzionamento del mercato di vendita diretta da parte degli imprenditori agricoli approvato dal Consiglio comunale nella seduta del 26 giugno scorso. Rispetto al testo concordato con la Giunta, infatti, sono intervenute una serie di modifiche contenute in una parte degli emendamenti approvati dall’Aula, riguardanti in particolare: la soppressione di alcune aree di vendita come Piazza Immacolata e il Centro Direzionale e la mancata previsione di via Diaz; i criteri e le tariffe per l’assegnazione dei posteggi; aspetti tecnici come l’indicazione dei prezzi, dell’origine dei prodotti e delle modalità di vendita; la cadenza degli appuntamenti. In conclusione, le osservazioni presentate, ha assicurato il presidente Crocetta, saranno esaminate dalla Commissione e oggetto di successive sedute.

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©