Istruzione e lavoro / Lavoro

Commenta Stampa

Napoli, elezioni Ordine Ingegneri: Capodanno ritira la candidatura


Napoli, elezioni Ordine Ingegneri: Capodanno ritira la candidatura
18/09/2013, 10:50

NAPOLI - Gennaro Capodanno, candidato alle elezioni per il rinnovo del consiglio dell’ordine degli ingegneri di Napoli, annuncia di aver formalizzato il ritiro della propria candidatura, riservandosi di valutare tutte le eventuali iniziative a tutela nelle sedi competenti, dopo quanto verificatosi nel mentre erano in corso le votazioni.
“Nel proporre la mia candidatura, avevo ribadito la necessità del rispetto del silenzio elettorale, così come avviene in qualsivoglia elezione democratica, a partire, dunque, dal giorno antecedente all’inizio delle votazioni, vale a dire dal 6 settembre fino al termine delle stesse, fissato al 30 settembre prossimo – spiega Capodanno -. Invece con mia grande meraviglia, mentre erano in corso le votazioni, ho ricevuto da un indirizzo di posta elettronica a me ignoto e con il quale non ho mai avuto alcuna corrispondenza, inoltratami all’indirizzo di posta elettronica sul quale mi viene inviata la corrispondenza dell’ordine, una email con la quale mi s’invitava a votare “integralmente” una lista con 15 nominativi, tanti quanti sono i consiglieri da eleggere nel consesso “.
“Nella email – puntualizza Capodanno - si legge, tra l’altro: “ È importantissimo portare con sé la stampa dell’elenco dei candidati per poter scrivere tutti i nomi della nostra squadra sulla scheda elettorale. È fondamentale per il lavoro del Consiglio nonché per l’attuazione del programma che tutta la squadra sia eletta “. Il messaggio che si potrebbe evincere è che i candidati siano solo i 15, raccolti in una lista che, peraltro, non è prevista dalle vigenti disposizioni per le elezioni, contenute nel DPR 8 luglio 2005, n. 169. Decreto nel quale si legge, peraltro, che si vota in segreto, scrivendo sulle righe della scheda, pari al numero dei candidati da eleggere il nome e cognome del candidato o dei candidati. Nella email, inoltre, si afferma: “ Le operazioni di voto si terranno dal 19 al 30 settembre “, laddove invece tali operazioni sono iniziate, con la prima votazione, il 7 settembre scorso e sono tutt’ora in corso“.
“A mio avviso – prosegue Capodanno – sono stati violati sia il silenzio elettorale sia la par condicio, visto che nella email, nel citare solo 15 dei nominativi in lizza, non si fa riferimento a tutti gli altri candidati, che hanno presentato la loro candidatura nel rispetto del già richiamato art. 3 del DPR 169/2005 ed ai puntuali meccanismi di votazione in esso descritti“.
“E’ mio convincimento – continua Capodanno – che l’iniziativa in questione, assunta peraltro in un delicato passaggio delle elezioni in corso, possa incidere in maniera determinante sulle votazioni, con esiti facilmente prevedibili“.
“A questo punto, ritenendo che siano venute meno le condizioni per partecipare alla competizione elettorale, ho ritirato la mia candidatura, formalizzando tale decisione all’organo competente per gli effetti consequenziali – conclude Capodanno - Colgo comunque l’occasione per ringraziare i colleghi che avevano deciso di darmi la loro preferenza e quanti mi avevano invogliato a scendere in campo, nonché gli organi d’informazione che hanno dato risalto alla notizia“.

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©