Istruzione e lavoro / Scuola

Commenta Stampa

Napoli, premiazione Concorso Enel "PlayEnergy" Campania


Napoli, premiazione Concorso Enel 'PlayEnergy' Campania
03/02/2011, 15:02

Napoli, 3 febbraio 2011 – Si è svolta questa mattina, presso la sala Newton di Città della Scienza, alla presenza di oltre 400 studenti, la premiazione dei vincitori campani di “PlayEnergy”, il concorso ludico-didattico che Enel promuove nelle scuole d’Italia e del mondo. Le classi vincitrici hanno presentato progetti sul tema “Sulle Tracce dell’Energia, Eco-idee internazionali” e l’hanno spuntata su un totale di 484 istituti e oltre 180 progetti presentati.

I ragazzi sono stati premiati da Gioia Rispoli, Assessore alla Pubblica Istruzione del Comune di Napoli, , che ha accolto con grande piacere l’invito a partecipare alla manifestazione.

Per la scuola primaria “categoria Fantastica” hanno vinto le classi II-III e IV della scuola Primaria I.C.S. Francesco D’Assisi - di Torre del Greco (Napoli) che, seguiti dalle insegnanti Mari Rosaria D’Urso e Rosanna Scognamiglio, hanno realizzato un originale “Video-puzzle”. L’Italia, paese di mare, lancia un efficace messaggio agli altri paesi sulla tutela e salvaguardia del patrimonio marino.

Per la scuola secondaria di primo grado “categoria Creativa” ha vinto la classe IIID della scuola A. Custra di Cercola (Napoli) della prof. Mauro Aurelli che ha presentato un quadro di ceramica “Non è lo stesso profumo”. Un richiamo scherzoso alla buona cucina italiana, un messaggio internazionale che spinge gli italiani a sensibilizzare gli altri paesi sulla riduzione della CO2.

La IVB del Liceo Scientifico L. Einaudi di San Giuseppe Vesuviano (Napoli), guidata dalla prof.ssa Erminia Cutolo, ha conquistato il titolo per la scuola secondaria di secondo grado nella “categoria Illuminata” con il progetto: Ricerca e proposta: 20 kg all’anno! In Europa ogni cittadino produce questa quantità di rifiuti pericolosi (RAEE). Come recuperare il silicio dai vecchi PC in disuso per utilizzarlo nella costruzione di pannelli fotovoltaici.

I vincitori, hanno ricevuto in premio uno Star Theatre (planetario ad alta definizione) che consente di studiare il firmamento proiettando sul soffitto un’immagine dettagliata del cielo stellato.

“PlayEnergy 2010”, da due anni internazionale, con il coinvolgimento di 10 Paesi esteri: Grecia, Panama, Russia, Stati Uniti, Bulgaria, Cile, Costa Rica, Guatemala, Romania e Slovacchia, ha coinvolto nella passata edizione complessivamente 8.000 scuole e 500.000 studenti.

Dai nuovi utilizzi delle energie rinnovabili, all’impiego di risorse energetiche per aiutare studenti di Paesi meno fortunati, da soluzioni anti-inquinamento a opere di artigianato, questo e molto altro si sono trovati di fronte i componenti della Giuria che hanno potuto testare la fantasia e la fattibilità delle idee architettate dagli studenti e presentate con plastici, ricerche, cd, foto e composizioni artistiche. Sono state inoltre consegnate 11 menzioni speciali.

Commenta Stampa
di redazione
Riproduzione riservata ©