Istruzione e lavoro / Università

Commenta Stampa

Napoli, presentazione sportello studentesse


Napoli, presentazione sportello studentesse
21/02/2011, 10:02

NAPOLI, 22 FEBBRAIO 2010 ORE 16.30: nell’ambito del progetto “Un universo di pensieri” il Comune di Napoli, in qualità di ente capofila, con il prezioso partenariato di Adisu Federico II, l'Università degli Studi di Napoli Federico II,Napoli Sociale, Associazione Caracol e Associazione Jolie Rouge invitano all’incontro: UNA STANZA TUTTA PER SE’ Intervengono: Simona Marino Docente di filosofia morale Federico II Clara Pappalardo responsabile Centro Donna Posillipo Roberta Moscarelli Associazione Aracne Martina Sinno Associazione Caracol La carenza di servizi rivolti alle giovani donne unita alla mancanza di informazione e all’assenza di luoghi d’accoglienza e d’ascolto diventano spesso fattori impedenti, specialmente per quante sono studentesse - madri che si allontanano dal percorso universitario, oltre a produrre processi di isolamento. Dal 22 febbraio, nel cuore pulsante della vita universitaria napoletana, le studentesse potranno usufruire gratuitamente di servizi di orientamento ai servizi socio-sanitari della città. Un luogo gestito da donne per donne per combattere l’isolamento che spesso accompagna la carriera universitaria delle studentesse. Uno spazio libero, che aspira ad essere più di un luogo d’ascolto attivo e di sostegno.Un luogo di aggregazione specifico, aperto al confronto e ai diversi bisogni: uno spazio di pratiche “differenti”. Lo sportello donna, attivo il martedi dalle ore 10.00 alle ore 17.00, fornirà gratuitamente alle studentesse servizi di: prima accoglienza – orientamento ai servizi socio – sanitari – contatto diretto con i centri antiviolenza – sostegno alle studentesse – madri nelle pratiche di accesso agli asili nido una semplificazione dei percorsi burocratici e distribuzione della modulistica. – orientamento, rimotivazione al lavoro – bilancio di competenze e tecniche di ricerca del lavoro – consulenza legale

LE ASSOCIAZIONI
“Jolie Rouge” è un associazione giovanile senza scopo di lucro nata tra il 2008 e il 2009 nella città di Napoli, un progetto associativo composto da studenti universitari e giovani laureati, ragazze e ragazzi che dopo essersi incontrati nella vita accademica hanno scelto di organizzarsi per sperimentare iniziative culturali ed aggregative. Scopo dell’ associazione è realizzare, come recita lo statuto, il "fine della solidarietà umana, civile, sociale e culturale” attraverso la valorizzazione della partecipazione diretta e del protagonismo giovanile. La scelta di travalicare i semplici ambiti universitari e di svolgere la propria iniziativa nei territori più ampi della metropoli Napoletana nasce dalla volontà di interfacciarsi con l' intera popolazione giovanile avendo particolare riferimento alle condizioni di bisogno soggettivo e di disagio sociale, ed allo stesso tempo provando a mantenere i legami con il mondo dei docenti e dei ricercatori universitari per valorizzare il sapere sociale dell’ università. Napoli rappresenta nel sud Italia uno dei principali centri di aggregazione e di interesse per le giovani generazioni eppure la richiesta di servizi e di spazi culturali spesso rimane inevasa o comunque non sufficientemente valorizzata. Per questo, nostro scopo è non solo renderci soggetti attivi nella creazione di manifestazioni e di eventi specifici ma di creare reti di soggetti e soggettività attive nella vita pubblica, in grado di stimolare impegno, elaborazione, promozione, realizzazione di progetti di solidarietà sociale, tra cui l’ attuazione di progetti giovanili socio educativi e culturali. Rientrano in questo obiettivo tutti i campi in cui ci si possa impegnare contro ogni forma di ignoranza, di intolleranza, di violenza, di censura, di ingiustizia, di discriminazione, di razzismo, di emarginazione, di solitudine ed esclusione sociale, per promuovere invece una società aperta e multiculturale, pacifista e non violenta. La composizione eterogenea dei membri che compongono l' associazione è il punto di partenza che abbiamo scelto di adottare. Le forme di comunicazione, che nascono dalla competenze ed attitudini diverse dei soci, variano dalla produzione video\\\\multimediale alle arti visive tutte, alla progettazione sociale. Lo scopo è quello di utilizzare tutti gli strumenti comunicativi per riuscire ad interagire con le giovani e giovanissime generazioni: troppo spesso infatti non sono i contenuti a mancare, ma l'inadeguatezza delle forme in cui vengono espressi. Proprio per realizzare questo obiettivo sociale l' associazione si avvale della collaborazione di Enti locali e di enti pubblici, provando ad interagire con le istituzioni per esserne strumento consultivo e compartecipativo. Crediamo che l’ incoraggiamento delle iniziative, e più in generale della creatività giovanile rappresentino la base per ogni modello di sviluppo sostenibile, per questo sosteniamo l’ ampliamento dei luoghi e delle occasioni ludiche, sportive e di socialità, oltre che intellettuali e cognitive.

Caracol è un’associazione culturale nata nel 2005 con l’intento di dar vita ad uno spazio sociale, un luogo d’aggregazione ,all’interno del territorio di bagnoli, che portasse a scambi di idee, creazioni di progetti rivolti al territorio, fare socialità, diffondere la cultura del consumo critico, dare spazio alla musica e soprattutto ai giovani. Un progetto che si ispira ai Caracoles degli zapatisti, luoghi d’aggregazione che si trovano nel Chapas.

I giovani soci organizzano eventi culturali come presentazione di libri, film, cineforum, ma anche eventi musicali, feste sociali, tornei di ping pong aperti a tutto il territorio. La sede è aperta alla cittadinanza ed è utilizzata anche dagli studenti per studiare, da gruppi musicali emergenti per prove (in acustico) promuovere la propria musica agli eventi, dagli artisti che espongono le proprie creazioni e propongono mostre. Offre anche servizi quali Ciclofficina, C.A.F. e Patronato.

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©