Istruzione e lavoro / Imprese

Commenta Stampa

Napoli, siglata l’intesa Acen - Anci Campania per il partenariato pubblico privato


Napoli, siglata l’intesa Acen - Anci Campania per il partenariato pubblico privato
25/02/2010, 15:02


NAPOLI - Il sistema del partenariato pubblico privato come risposta alla crisi. Questo, in sintesi, il senso dell’iniziativa “Partenariato pubblico privato: un'opportunità per gli enti localì” e l'obiettivo del protocollo d'intesa siglato oggi all’Acen dal presidente dall'Associazione dei Costruttori Edili di Napoli Rodolfo Girardi e dal presidente dell'Associazione Nazionale dei Comuni italiani (Anci) della Campania Nino Daniele.

Il protocollo prevede l'apertura di uno sportello, presso la sede dell'Anci, che vedrà impegnato personale specializzato per illustrare le corrette procedure ai Comuni, per verificare i presupposti di fattibilità tecnica e finanziaria delle idee progettuali ed individuare esigenze infrastrutturali realizzabili facendo ricorso al partenariato.

“Il partenariato pubblico privato è l’unico strumento per assicurare opere pubbliche e servizi alla collettività”. E’ quanto ha affermato il presidente dell’Acen Rodolfo Girardi all’apertura dell’incontro. “Bisogna quindi creare le condizioni per assicurare velocità, efficienza ed efficacia al sistema, all’interno del quale si muove la sinergia pubblico privata, garantendo altresì concorsualità e trasparenza. Il protocollo d’intesa - ha continuato - tende a coniugare l’esperienza delle imprese con le necessità delle pubbliche amministrazioni, anche quelle di dimensioni minori”.

L’intesa mira anche a elaborare modelli operativi, su specifiche tipologie di opere. Ad esempio: insediamenti industriali, residenze per anziani e parcheggi, con l’obiettivo di diffondere veri e propri programmi di singole tipologie di opere realizzate con il partenariato.

Il presidente Girardi ha sottolineato, inoltre, che il ricorso al capitale privato consente una soluzione efficiente alla selezione delle opere pubbliche effettivamente utili al territorio.

Roberta Ajello, presidente del Centro Studi Acen, ha commentato i dati del sesto numero di I.Co.Na., il periodico redatto dall’associazione dei costruttori con Cresme Ricerche: ”Il ricorso al partenariato pubblico privato continua a crescere nella nostra regione. I numeri testimoniano che ci siamo allineati al dato italiano: il 31% delle opere pubbliche è realizzato con queste formule”.

Il presidente dell’Anci Campania Nino Daniele ha chiarito che“ il protocollo nasce perché le attività di partenariato pubblico privato possano diventare un'effettiva leva contro la crisi profonda che morde le nostre comunità, per rilanciare in modo qualificato le attività dell'edilizia e delle opere pubbliche, dando sostegno alle imprese e affrontare così il problema dell'occupazione". Daniele ha inoltre posto l’accento sulla necessità di “diffondere la cultura del sistema degli Enti locali. Solo così – ha aggiunto – la collaborazione vi saranno procedure veloci, che andranno a buon fine”.

Mario Mustilli, ordinario di Finanza Aziendale alla Seconda Università degli Studi di Napoli, ha infine richiamato l’attenzione sulla “specializzazione dei vari partner necessari alle iniziative di partenariato”, sollecitando “il sistema bancario a sostenere le iniziative, guardando ai progetti e alle peculiarità del territorio”, superando un approccio che “garantisce l’impegno bancario in virtù di un sistema di garanzie volto ad assicurare solo la restituzione della leva finanziaria”.


Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©