Istruzione e lavoro / Formazione

Commenta Stampa

Napoli, Straordinaria partecipazione al progetto Creative Clusters, rivolto ai giovani under 36


Napoli, Straordinaria partecipazione al progetto Creative Clusters, rivolto ai giovani under 36
03/01/2011, 12:01

Nuove energie creative per la nostra Regione. Grande successo per il progetto Creative Clusters, percorso di economia creativa, promosso da Città della Scienza SpA, nell’ambito delle attività di Campania In.Hub Sportello Regionale Ricerca e Innovazione, in collaborazione con Confindustria Campania e Confapi Campania. Numerose le adesioni dei giovani creativi della nostra regione che si sono cimentati nell’elaborazione di un’idea progettuale: ben 66 le potenziali idee di impresa pervenute a Città della Scienza SpA, nell’ambito dell’avviso per la selezione (chiuso il 24 dicembre 2010). Boom di contatti anche sul web: nel periodo di apertura dell’avviso per la selezione di idee (25 ottobre – 24 dicembre 2010), le pagine online dedicate a Creative Clusters sul sito sono state visitate ben 4013 volte. Comincia quindi la fase di “scrematura” delle idee: su 66 progetti, 30 potranno accedere al percorso di laboratorio di cui si compone Creative Clusters. Una commissione valuterà la qualità dei progetti. Successivamente, i 30 migliori progetti selezionati per i 4 laboratori avranno la possibilità di implementare la propria idea di business innovativo, per giungere alla formulazione e strutturazione di un’idea d’impresa. Terminata l'attività, le 5 migliori business idea verranno affiancate da specialisti, in un percorso di sviluppo del proprio business plan all’interno della Spin Off Nursery del Polo Tecnologico di Città della Scienza Spa. “A conferma delle buone capacità dei giovani della nostra Regione di fare innovazione dal basso – sottolinea Giuseppe Zollo, Presidente Città della Scienza SpA – , il progetto Creative Clusters ha registrato numeri molto confortanti ai quali vanno aggiunti l’interesse e l’entusiasmo mostrati in particolare dagli studenti dei nostri atenei rispetto all’adesione al progetto. Lo scopo di Creative Clusters è proprio quello di far lavorare le conoscenze, per dotare il territorio di nuove imprese ad alto valore tecnologico”.

Commenta Stampa
di redazione
Riproduzione riservata ©