Istruzione e lavoro / Scuola

Commenta Stampa

Il Presidente:"Puntare sul merito e riqualificare i precari"

Napolitano sugli insegnanti:"Occorre motivarli e investire"


Napolitano sugli insegnanti:'Occorre motivarli e investire'
21/09/2010, 19:09

ROMA - "Per elevare la qualità dell'insegnamento occorre motivare gli insegnanti e richiedere che abbiano una adeguata formazione, ma anche offrire loro validi strumenti formativi e di riqualificazione. E su tutto questo è necessario investire".
Così ha esordito Giorgio Napolitano durante l'odierno discorso di apertura dell'anno accedemico tenuto al Quirinale. Con particolare riferimento agli investimenti, poi, il Capo dello Stato ha ricordato che "nel passato non lo si è fatto abbastanza e si sono prodotte situazioni pesanti. Occorre dunque qualificare e riqualificare coloro che aspirano ad una assunzione a tempo indeterminato".

SI ALLA RIFORMA MA CON GIUDIZIO
Riguardo la tanto contestata e delicata riforma scolastica, Napolitano ha osservato che, per "portare avanti l'impegno comune e categorico per la riduzione del debito pubblico bisogna riconoscere la priorità della ricerca e dell'istruzione nella ripartizione delle risorse pubbliche disponibili". Per tale motivo, dunque è assolutamente necessario "riformare con giudizio" poichè "occorre sanare squilibri, disparità, disuguaglianze che - ha concluso - si presentano anche nell'Istruzione che dovrebbe servire proprio a colmare le disuguaglianze".

Commenta Stampa
di Germano Milite
Riproduzione riservata ©