Istruzione e lavoro / Imprese

Commenta Stampa

Nasce METSO Associazione dei Gestori di Reti elettriche del Mediterraneo


Nasce METSO Associazione dei Gestori di Reti elettriche del Mediterraneo
18/11/2011, 09:11

Napoli, 16 novembre. Nasce METSO, Mediterranean Trasmission System Operators, l’Associazione dei Gestori di Rete di Trasmissione Elettrica dei Paesi che si affacciano sul Mediterraneo. Fumata bianca, dunque, per la prima conferenza organizzativa internazionale che ha riunito intorno ad un tavolo Italia, Francia, Spagna, Marocco, Grecia, Albania, Bosnia-Erzegovina, Giordania, Portogallo, Slovenia, Tunisia e Algeria con l’obiettivo di definire le linee comuni di cooperazione e sviluppo della rete elettrica mediterranea. Terna, il Gestore della Rete Elettrica Italiana guidato da Flavio Cattaneo, capofila dell’iniziativa insieme alla tunisina Steg e all’algerina Sonelgaz, ospiterà in Italia il Segretariato Generale dell’Associazione. Lo statuto sarà formalizzato entro dicembre.
L’incontro è avvenuto nell’ambito della due giorni di lavori organizzata dall’Assemblea Parlamentare del Mediterraneo (APM) - coordinata per il Gruppo Energia dal Presidente Ortis - e dall’Associazione Mediterranea dei Regolatori dell'energia elettrica e del gas (MEDREG) sul tema “LO SVILUPPO DELLE INFRASTRUTTURE ENERGETICHE DEL MEDITERRANEO: UNA PRIORITÀ” che ha visto oggi la partecipazione dei principali player internazionali dei settori elettrico e gas. Iniziativa che sposa in pieno la strategia di Pam di sostenere lo sviluppo della cooperazione e del coordinamento di tutti gli attori più rilevanti del sistema energetico del mediterraneo.
Lo sviluppo economico e sociale del mediterraneo richiede la disponibilità di infrastrutture energetiche di supporto ai processi produttivi e un quadro di regole chiare, stabili e trasparenti per la realizzazione e gestione delle grandi reti elettriche. Metso è la prima Associazione fra imprese elettriche del Mediterraneo, il cui obiettivo è la realizzazione di un piano di sviluppo delle rete elettrica mediterranea e l’integrazione del sistema elettrico regionale. Sarà l’interlocutore principale di Medreg e di Entso-E (European Network of Transmission System Operators for Electricity) per l’integrazione dei vari sistemi energetici interessati.
L’Italia al centro del Mediterraneo rappresenta l’ hub elettrico naturale per “connettere” tra loro le due sponde della regione. Con oltre 22 linee di interconnessione attive con l’Europa, già oggi il nostro Paese ha la frontiera elettrica più robusta del continente con una capacità di trasporto alla frontiera dell’ordine di 7.000 MWe, in grado di sostenere i più importanti flussi commerciali lungo la direttrice Sud-Nord. Terna, inoltre, ha in programma l’apertura di un nuovo corridoio elettrico tra Nord Africa ed Europa tramite Tunisia e Algeria e nuove interconnessioni con Montenegro, Francia, Slovenia e Croazia che si aggiungono a quelle già esistenti: 12 linee con la Svizzera, 4 con la Francia, 2 con la Slovenia, 2 con la Corsica, 1 con l’Austria, 1 con la Grecia.
I 24 Paesi dell’area METSO: Albania, Algeria, Bosnia Erzegovina, Croazia, Cipro, Egitto, Francia, Grecia, Israele, Italia, Giordania, Libano, Libia, Malta, Montenegro, Marocco, Autorità Palestinese, Portogallo, Slovenia, Spagna, Siria, Tunisia, Turchia

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©