Istruzione e lavoro / Lavoro

Commenta Stampa

Esasperazione dopo l'ennesimo scaricabarile Asl-ditta

Niente stipendi, la cooperativa occupa l'ospedale San Paolo


.

Niente stipendi, la cooperativa occupa l'ospedale San Paolo
16/07/2009, 16:07

Siamo alle solite. Ancora problemi per i dipendenti delle ditte esterne impiegate all’interno degli ospedali napoletani che, a scadenze quasi regolari, rischiano di perdere il posto o, nella migliore delle ipotesi, vantano crediti per diverse mensilità. Questa mattina la protesta è scoppiata all’interno dell’ospedale San Paolo di Fuorigrotta, dove i dipendenti della Cooperativa Fede e Lavoro (CFL) hanno occupato la direzione sanitaria. Lo stipendio di maggio l’hanno ottenuto da poco, quello di giugno è ancora un miraggio. Inoltre, non ricevono i ticket da quattro mesi. Il meccanismo, quello dello scaricabarile, è sempre lo stesso: l’Asl afferma di aver pagato la ditta, lavandosi le mani dai mancati pagamenti, mentre la ditta afferma che dall’Asl è arrivato solo un pagamento del 30%, insufficiente per pagare tutti gli operai. La stessa cooperativa si occupa della pulizia, oltre che dei presidi di Fuorigrotta, anche del Cto e dell’ospedale San Gennaro: anche lì i dipendenti hanno incrociato le braccia occupando la direzione sanitaria. Il servizio è garantito soltanto per le emergenze, mentre il lavoro ‘ordinario’ non viene fatto, con i disagi che ne conseguono e che ricadono per la maggior parte sui ricoverati.

Commenta Stampa
di Nico Falco
Riproduzione riservata ©