Istruzione e lavoro / Imprese

Commenta Stampa

Nizza e Tolosa più vicine a Napoli


Nizza e Tolosa più vicine a Napoli
24/03/2012, 11:03

Sono stati presentati a Napoli dal direttore generale per l’Italia di Air France Klm Bénédicte Duval i nuovi voli da Napoli per le due città della provincia francese: Nizza il sabato alle ore 16,55 e la domenica alle ore 13,30; e Tolosa il giovedì alle 19,30 e la domenica alle 21,20. Per prenotare i voli è attivo il call center al numero 892057 o il sito www.airfrance.it. Napoli è sempre più, per Air France, la porta per il Sud Italia, i due voli si vanno ad aggiungere al volo diretto giornaliero per Parigi Charles de Gaulle, mentre durante i mesi di luglio e agosto vi sarà un volo settimanale per Lione. Il legame che unisce la compagnia aerea transalpina alla città partenopea è di vecchia data. Air Orient, una delle compagnie aeree che, assieme a Air Union, SGTA, Cidna e Aéropostale, hanno dato vita, nel 1933, ad Air France, già effettuava la tratta Marsiglia-Beirut con scalo a Napoli. Si narra che Maurice Nougues, pioniere dell’aviazione civile assieme a Antoine de Saint-Exupéry e Jean Mermoz, durante un atterraggio sul golfo di Napoli a bordo di un idrovolante, vide una moltitudine di ippocampi. Da allora il simbolo di Air Orient, e successivamente di Air France, fu l’ippocampo alato. Oggi Air France trasporta da e per Napoli più di 100.000 passeggeri all’anno e, circa il 50% della clientela partenopea, sceglie di proseguire per una delle oltre 250 destinazioni del Gruppo. «Cinquantanni di collegamenti con Napoli saranno festeggiati l’anno prossimo (così il direttore generale Duval, intervenendo giovedì scorso alla conferenza stampa al circolo culturale Trip). In Italia Air France è presente in undici aeroporti, tutte le settimane oltre cinquecento voli partono dall’Italia verso otto aeroporti francesi, grazie anche alla collaborazione con Alitalia». La strategia messa in atto consente di applicare tariffe molto convenienti a prezzi low cost, senza tralasciare la qualità dei servizi offerti tutto incluso (tasse aeroportuali, giornali, bagagli a mano e in stiva, uno snack e una bibita oppure pasti secondo la destinazione). Il biglietto di sola andata per Nizza e Tolosa parte da 45 Euro, mentre avvicinandosi alla data di partenza le tariffe superiori crescono moderatamente, non essendoci una grande differenza per gli scaglioni successivi. Tutto ciò è stato reso possibile con una nuova strategia che ha consentito alla compagnia una significativa riduzione dei costi operativi di circa il 15%, senza nulla togliere alla sicurezza dei voli, facendo leva sull’impiego di moderni aeromobili che permettono di ottimizzare il consumo di carburante con costi contenuti di manutenzione; partenze anticipate al mattino che danno la possibilità di ritornare nella stessa giornata; permanenze negli scali di soli 25 minuti. «I passeggeri, dopo aver prenotato e scelto il posto via internet, vengono avvisati con messaggi sms sul proprio cellulare di tutto quanto concerne il viaggio, ad esempio sulla variazione della porta d’imbarco - dice Donatella Cataldo responsabile ufficio stampa e comunicazione di Air France Italia - nel rispetto della privacy, in quanto i dati vengono cancellati immediatamente dopo il viaggio». Presente alla tavola rotonda Barbara Lovato, responsabile ufficio stampa e p.r. dell’Ente per lo sviluppo del Turismo Francese, la quale ha illustrato le peculiarità di Nizza e Tolosa che, grazie ai nuovi collegamenti, avvicineranno ancora di più il turista campano a queste note località: Nizza capitale della costa azzurra con il fascino della promenade des Anglais dove si affacciano i grandi alberghi - come il leggendario Negresco - e dove non è difficile incontrare volti noti del jet set internazionale; Tolosa, da cui si può partire alla scoperta dei Pirenei, dai colori rosa all’alba e rossi al crepuscolo, nella quale si possono assaporare le violette non solo con l’olfatto.

«E' motivo di grande soddisfazione per noi che una compagnia storica sul nostro scalo come Air France, abbia deciso di rafforzare strategicamente qui la sua presenza, includendo Napoli tra le prime destinazioni servite dalle sue basi regionali di Nizza, Tolosa e Lione - dice Marco Consalvo, direttore generale Gesac Spa - questo ulteriore investimento del vettore francese è un'importante conferma della sua fiducia nelle potenzialità del mercato campano e dell'Italia meridionale».

Dunque per la prossima Pasqua anche solo un week end nel sud della Francia consentirà di conoscere usi e costumi dei nostri cugini d’oltralpe e …bon voyage !

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©