Istruzione e lavoro / Scuola

Commenta Stampa

Pagati solo 5 insegnanti precari su 11

Non arrivano i soldi alle scuole, sorteggiato chi riceve lo stipendio


Non arrivano i soldi alle scuole, sorteggiato chi riceve lo stipendio
05/04/2013, 17:04

GROSSETO - In Italia nel 2013 può capitare anche questo: che dopo un mese di lavoro presso una scuola, devi anche avere fortuna per incassare lo stipendio. 
E' successo al liceo linguistico Rosmini di Grosseto. Poichè a febbraio mancavano i fondi per pagare tutti gli 11 insegnanti precari, il preside ha deciso di assegnare così le risorse avute dal Ministero. E a marzo potrebbe succedere lo stesso.
Tutto nasce da una delle tante sciagurate norme tagliaspese del governo Monti, che è scattata a dicembre. In pratica gli stipendi dei precari non sono più competenza della scuola, ma sono centralizzati presso il Miur, il quale riceve i soldi dal Ministero del Tesoro. Al Rosmini è capitato che da una richiesta iniziale di 5 precari, c'è stata la necessità di passare a 11. Ma al Ministero l'aggiornamento è stato completamente ignorato (anche perchè burocraticamente non è stata prevista la possibilità di aggiornamenti) e quindi a febbraio sono arrivati gli stipendi solo per 5 insegnanti. E al preside non è restata alternativa. Cosa che probabilmente verrà fatta anche per i prossimi mesi, perchè adesso bisognerà aspettare l'anno prossimo per inserire nuovi dati. Ma è possibile che il concetto di tagliare le spese significhi togliere lo stipendio a ch lavora?

Commenta Stampa
di Antonio Rispoli
Riproduzione riservata ©