Istruzione e lavoro / Lavoro

Commenta Stampa

NUOVA EMERGENZA MORTI SUL LAVORO IN CAMPANIA


NUOVA EMERGENZA MORTI SUL LAVORO IN CAMPANIA
21/10/2008, 16:10

Bisogna impegnarsi a non abbassare la guardia, chiedendo nell’immediato significativi interventi al sistema e, portare avanti un´intensa attività di rivendicazione affinché gli infortunati e le Morti sul Lavoro possano godere di tutte le iniziative necessarie per il recupero dell’integrità fisica e della capacità lavorativa, oltre che dell’altrettanto fondamentale sostegno psicologico, ma, allo stesso tempo, deve essere un impegno condiviso da tutti quello di arginare il fenomeno delle morti sul lavoro, con una vera e responsabile applicazione delle norme per la prevenzione, sia da parte delle aziende che dei lavoratori. Cosi è intervenuto il Dirigente di AN-Popolo della Libertà, Rosario Lopa, sulla tragedia che ha colpito la famiglia del giovane geometra Russo, caduto mentre operava nella discarica del comune di Sant’Arcangelo Trimonte. Al di là delle leggi, sottolinea l’esponente del PdL, bisogna adottare buone prassi che concretamente aiutino a far diventare sicuri i luoghi di lavoro. Si necessità sempre più di un confronto con le istituzioni per individuare le strategie per lavorare sinergicamente al fine di tutelare nel miglior modo possibile la salute dei lavoratori, della necessaria assistenza alle famiglie delle vittime e della sensibilizzazione dell’opinione pubblica. La tragica cronaca di Sant’Arcangelo Trimonte, che ha visto morire, Pasquale Russo, classe 1989, un geometra che aveva appena trovato un impiego con la società che si occupa della gestione del sito dei rifiuti, confermano, ribadisce lopa, quanto cruciale sia la questione della prevenzione sul lavoro. E´ doveroso tenere viva l´attenzione al fenomeno, non demordere nell’allarme sulla sua gravità sociale, applicare e migliorare le norme legislative. E’ questo, ha concluso Lopa, un obbiettivo di civiltà che dobbiamo al sacrificio dei tanti caduti, sul lavoro.

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©