Istruzione e lavoro / Imprese

Commenta Stampa

Nuovo impianto Volkswagen nel sud-est della Cina


Nuovo impianto Volkswagen nel sud-est della Cina
04/11/2013, 10:17

Come pianificato, il Gruppo Volkswagen sta espandendo la produzione in Cina e in tal modo ottimizza la propria capacità produttiva.

Prof. Dr. Martin Winterkorn, Presidente del Gruppo Volkswagen e Jochem Heizmann, Membro del Consiglio di Amministrazione del Gruppo e Presidente di Volkswagen Group Cina, congiuntamente a Hu Maoyuan - Presidente della SAIC Motor Corporation - hanno inaugurato il nuovo impianto a Ningbo, nella parte sud orientale della Cina. Lo stabilimento è progettato per una produzione di 300.000 vetture l’anno.

Martin Winterkorn ha dichiarato che: “Questo nuovo impianto all’avanguardia è un’ulteriore prova del totale impegno del Gruppo Volkswagen in Cina. Anche qui a Ningbo ci assumiamo, insieme ai nostri partner, un ruolo di guida per lo sviluppo economico e tecnologico nell’industria automobilistica cinese. Stiamo lavorando duramente per offrire ai nostri Clienti le migliori vetture e le tecnologie più efficienti, progettate e prodotte localmente. Questo nuovo impianto dà alle Marche del Gruppo un ulteriore slancio per attingere pienamente al massimo potenziale di mercato nell’area sud - ovest di Shanghai”.

Jochem Heizmann ha aggiunto: “Il periodo di costruzione inferiore ai due anni sottolinea la valida cooperazione con i nostri partner cinesi. Ora, con il nuovo impianto di Ningbo, possiamo offrire ancora più velocemente nuovi prodotti basati sulla piattaforma modulare MQB. Non solo, Ningbo è uno degli stabilimenti più rispettosi dell’ambiente di tutto il Gruppo Volkswagen”.

L’impianto è situato a circa 150 chilometri a sud di Anting (nell’area di Shanghai) e creerà 5.700 nuovi posti di lavoro. Con i suoi reparti di stampaggio, carrozzeria e verniciatura, oltre a quello per l’assemblaggio finale, questo stabilimento garantisce una capacità produttiva annuale di 300.000 vetture. La produzione ha preso il via con la nuova ŠKODA Superb. Altri modelli Volkswagen e ŠKODA basati sulla piattaforma modulare MQB saranno realizzati in una fase successiva.

Volkswagen stabilisce un nuovo standard di produzione sostenibile ed efficiente in Cina. Gli elementi chiave di questa strategia sono i processi avanzati uniti a misure volte a ridurre il consumo di energia e delle emissioni. Per esempio, il vapore che proviene dai condensatori è usato per riscaldare l’acqua dello stabilimento.

1/2

Proprio il consumo d’acqua nel reparto verniciatura è stato tagliato del 90% rispetto ai processi tradizionali e le emissioni annuali di CO2 sono state ridotte di 15.000 tonnellate.

Lo stabilimento di Ningbo è il quinto della Volkswagen-Shanghai. La joint-venture è attiva negli impianti di Anting, Nanjing e Yizheng nella provincia di Jiangsu. Inoltre, da qualche settimana, è iniziata la produzione nella fabbrica di Urumqi, nella regione dello Xinjiang. Infine, è previsto per il 2015 un ulteriore stabilimento a Chansa, nella parte centro meridionale della Cina.

La Cina rappresenta il principale mercato per il Gruppo Volkswagen. Nel 2012 la Casa e i suoi partner commerciali Volkswagen-Shanghai e FAW-Volkswagen hanno consegnato in loco 2,81 milioni di vetture. Nei primi nove mesi di quest’anno le vendite sono aumentate del 18% rispetto all’anno precedente (2,36 milioni di unità).

Il Gruppo Volkswagen intende aumentare la propria capacità produttiva annuale in Cina a circa 4 milioni di vetture entro il 2018.

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©