Istruzione e lavoro / Lavoro

Commenta Stampa

Peggio dell'Italia solo la Turchia

Ocse: Italia in coda nella classifica sull'occupazione femminile


Ocse: Italia in coda nella classifica sull'occupazione femminile
30/08/2010, 08:08

Nemmeno sul fronte del lavoro femminile l'Italia può vantare grandi risultati, continuando a mantenere una posizione di coda nella classifica Ocse sull'occupazione femminile nei principali Paesi. I dati mostrano certamente una crescita dell'occupazione delle donne rispetto a dieci anni fa, quando la percentuale si aggirava attorno al 38,3%, ma ciò non toglie che i numeri attuali siano decisamente lontani da quelli dei Paesi scandinavi: mentre in Italia nel 2009 è stata registrata un'occupazione femminile pari al 46,4% (ciò significa che ad avere un lavoro era meno di una donna su due), nei Paesi scandinavi lavorano oltre sette donne su dieci. Soltanto la Turchia si classifica in coda all'Italia, con una percentuale del 24,2% di donne impiegate.
Bisogna considerare, inoltre, il ruolo che svolge il fattore crisi. La crisi economica mondiale, infatti, ha avuto una certa influenza sul dato italiano (non solo su quello), determinando un calo dell'occupazione femminile dal 47,2% del 2008 all'attuale 46,4%.

Commenta Stampa
di Vanessa Ioannou
Riproduzione riservata ©