Istruzione e lavoro / Lavoro

Commenta Stampa

Oggi si firma l'accordo quadro della Polizia di Stato


Oggi si firma l'accordo quadro della Polizia di Stato
31/07/2009, 13:07

“Dopo lunghi mesi di trattative, oggi finalmente il COISP e le altre Organizzazioni Sindacali di Polizia rappresentative, sottoscrivono con il Ministero dell’Interno, rappresentato dal Sottosegretario Alfredo Mantovano, il nuovo Accordo Nazionale Quadro della Polizia di Stato”. Ad annunciare la firma dell’intesa è Franco Maccari, Segretario Generale del COISP – Sindacato Indipendente di Polizia.
“Si tratta di una svolta epocale – spiega Maccari – perché da ben 9 anni il personale della Polizia di Stato aspettava l’emanazione di questo documento, che si è riusciti a perfezionare nella stesura e limatura dell’articolato dopo un anno e mezzo di confronto serrato con il Dipartimento, in una fase storica nella quale peraltro si è assistito ad una costante crescita della conflittualità a livello periferico”.
“L’accordo – spiega Maccari – disciplina, tra l’altro, i turni di servizio, gli orari, i riposi, le reperibilità, le specificità, ma soprattutto obbliga al rispetto del personale di Polizia e prevede provvedimenti verso chi, a livello periferico, pensasse di ostacolare o eludere la piena applicazione dell’accordo sottoscritto a livello centrale”. “Questo è uno dei nodi centrali dell’accordo – prosegue Maccari – anche perché troppo spesso sul territorio c’è chi ritiene che il personale non abbia alcun diritto e possa essere impiegato senza il benché minimo rispetto. Sappiamo bene che l’attività del Poliziotto è particolare, e per la sua stessa natura può comportare turni o orari di servizio particolarmente onerosi, così come sappiamo bene che la coperta è sempre troppo corta e c’è una cronica carenza di personale. Non è tuttavia superfluo ricordare che la Polizia di Stato è un Corpo che ha caratteristiche ben diverse da quelle di un’organizzazione militare. Spesso questo viene dimenticato, e ciò genera forti conflittualità a livello periferico, anche per quella sorta di diffusa patologia della libera ‘interpretazione’ delle norme che appare diretta a comprimere sempre e comunque i diritti dei poliziotti”.
“Da questo momento – aggiunge Maccari – parte la fase delle contrattazioni decentrate, necessarie alla concreta applicazione dell’accordo, che sarà così perfezionato e riempito di contenuti per rispondere alle necessità reali dei servizi e del personale di Polizia impiegato sul territorio”.
“Siamo soddisfatti per il raggiungimento dell’accordo – conclude Maccari – reso possibile anche dal grande lavoro svolto dall’Ufficio Relazioni Sindacali del Dipartimento su input diretto del Capo della Polizia, e soprattutto dal grande sforzo del COISP e degli altri Sindacati di Polizia”.
 

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©