Istruzione e lavoro / Imprese

Commenta Stampa

Opere pubbliche a Napoli e in Campania: 4 anni sotto i riflettori


Opere pubbliche a Napoli e in Campania: 4 anni sotto i riflettori
02/05/2011, 10:05

Domani, martedì 3 maggio 2011, alle ore 10.30, presso la sede dell’Acen (piazza dei Martiri, 58 – Napoli) sarà presentato il primo numero del secondo ciclo di I.Co.Na. Industria Costruzioni Napoli dati&mercato, il periodico realizzato dal Centro Studi dell’Acen, in collaborazione con Cresme Ricerche.

Anche quest’anno I.Co.Na. analizza l’andamento del settore delle costruzioni attraverso dieci indicatori (produzione, mercato privato, transazioni immobiliari, imprese, lavoro, credito, prezzi alla produzione, bandi di opere pubbliche, aggiudicazioni, partenariato pubblico-privato).

Per l’occasione è stato realizzato un Focus doppio: sedici pagine dedicate ai bandi e alle aggiudicazioni di lavori pubblici a Napoli e in Campania, con un approfondimento dei dati relativi alle serie storiche: si va infatti dal 2006 al 2010, con l’analisi e la comparazione delle gare bandite e aggiudicate in numero e valore, dei ribassi praticati, dei criteri di aggiudicazione, delle forme contrattuali, dei committenti e delle procedure di scelta del contraente.

Con lo studio si definisce, insomma, una fotografia precisa di un ampio lasso temporale, per meglio comprendere trend e dinamiche del sub-settore trainante per l’edilizia in Campania.

Dopo l’introduzione a cura del presidente dell’Acen Rodolfo Girardi, illustreranno i dati il presidente del Centro Studi dell’Acen Roberta Ajello ed il direttore del Cresme Lorenzo Bellicini.

A seguire il commento di Edoardo Cosenza, assessore ai Lavori Pubblici della Regione Campania, Marco Di Stefano, assessore all’Edilizia Scolastica della Provincia di Napoli e Maria Teresa Mincione, responsabile dell’Ufficio Gare e Contratti del Provveditorato alle Opere Pubbliche della Campania.

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©