Istruzione e lavoro / Imprese

Commenta Stampa

Passariello (Imprese Sud):"La corruzione va combattuta"


Passariello (Imprese Sud):'La corruzione va combattuta'
12/09/2012, 12:48

"Monti ha chiesto alle parti sociali, di fare di più ma queste parti sociali, così come sono rappresentate, non potranno muovere nulla essendo impegnati a garantirsi lo status quo. La crisi di rappresentanza non e' solo politica, ma investe tutta la società, dobbiamo chiedere un cambiamento generale del sistema, altrimenti ogni sforzo sarà vanificato, da interessi contrapposti." E' quanto dichiara Sergio Passariello, presidente del movimento Imprese del Sud, nato per tutelare, valorizzare e difendere gli interessi socio economici delle imprese del meridione. "Non vi è dubbio, da 20 anni, nel nostro paese, le facce sono sempre le stesse, e spesso i rappresentanti delle cosiddette parti sociali, dopo anni di militanza sindacale ce li ritroviamo in Parlamento, afferma Passariello. Le nostre  posizioni, continua Passariello, non sono  demagogiche o populiste, in quanto noi aderenti ad Imprese del Sud vogliamo un cambiamento concreto delle regole, che coinvolga anche il sistema di rappresentanza datoriale e sindacale, eliminando concettualmente questa ipocrisia del conflitto d'interessi. Tutti noi siamo portatori di interessi comuni." Per questo motivo, Imprese del Sud chiede al governo Monti di recepire la direttiva europea relativa alla regolamentazione delle Lobby, perché questi incontri al vertice che siamo abituati a vedere sui media sono sempre stati inconcludenti e garantiscono solo ad alcune confederazioni il dialogo istituzionale. La partecipazione della società  alla vita politica del paese deve essere garantita a tutti i livelli, quindi chiunque sia portatore di interessi comuni ed intende apportare il proprio contributo deve poterlo fare in piena libertà e trasparenza e non con i vecchi metodi clientelari. Assodato che le lobby sono il sale della democrazia non vi e' nulla di più semplice, con il prossimo provvedimento anti corruzione in discussione al Senato, - conclude Passariello - che rendere trasparenti i rapporti tra Istituzioni e portatori d'interessi anziché implementare un contorto sistema di relazioni. 

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©