Istruzione e lavoro / Università

Commenta Stampa

(PDL) Azione Universitaria: fallimento degli Atenei campani non può essere addebitato al Governo


(PDL) Azione Universitaria: fallimento degli Atenei campani non può essere addebitato al Governo
22/02/2011, 16:02

Napoli 22 febbraio – Da anni i ragazzi degli Atenei napoletani lamentano la scarsa attenzione dedicata alla strutture sportive universitarie. In particolar modo – afferma Vincenzo Drago, responsabile provinciale di Azione Universitaria, movimento studentesco del Pdl – il Cus (centro universitario sportivo), l’unica vera struttura sportiva universitaria cittadina, è sempre stato gestito con scarsa mentalità imprenditoriale e soprattutto con poca disponibilità, da parte dei membri del consiglio di gestione, ad ascoltare le proposte avanzate dagli studenti. Dunque – continua Drago – non stupisce che ancora una volta, invece di recuperare soldi con sponsorizzazioni o organizzando attività che richiamino l’interresse di finanziatori privati, il Cus aumenterà le quote di iscrizione a carico degli studenti senza nemmeno pensare di intervenire con una razionalizzazione della spesa più mirata alle necessità della struttura.

Per questo motivo rivolgo un appello all’assessore Regionale Trombetti ed al Rettore della Federico II, ente proprietario della struttura sportiva di Fuorigrotta, affinchè la decisione presa dagli organi di gestione del Cus sia congelata e si predisponga , quanto prima, un tavolo di concertazione con le università napoletane, le istituzioni e gli studenti. Solo in questo modo – conclude - si potrà trovare una soluzione che mantenga alta la qualità dei servizi e uguale le quote di iscrizione degli studenti.”.

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©