Istruzione e lavoro / Imprese

Commenta Stampa

Pesca: crisi settore al centro di un confronto tra rappresentanti armatori


Pesca: crisi settore al centro di un confronto tra rappresentanti armatori
01/03/2012, 16:03

Le sette sigle italiane più rappresentative della pesca italiana (Agci-Agrital, Federcoopesca-Confcooperative, Lega Pesca, Federpesca-Confindustria, Flai-CGIL, Fai Cisl, Uila Pesca) si sono incontrate ieri a Roma presso il Palazzo della Cooperazione per discutere del momento di crisi che sta attraversando tutto il comparto.

“Per la prima volta nella storia della pesca –si legge nella nota unitaria- i rappresentanti degli armatori, delle cooperative e dei lavoratori hanno fatto fronte comune per affrontare l’emergenza e delineare nuovi scenari che consentano ad aziende ed operatori non solo di superare il forte momento di empasse ma anche di guardare al futuro con minore preoccupazione”.

Tra i temi al centro del confronto la riforma del mercato del lavoro e degli ammortizzatori sociali, i dossier ancora aperti in sede comunitaria come la riforma della Pcp e il nuovo fondo europeo per il settore nonché una serie di altre "emergenze" che stanno fiaccando le marinerie.

“Il difficile scenario in cui versa la pesca italiana richiede coesione e la massima attenzione; per questo diviene ormai irrinunciabile l'elaborazione di strategie che consentano di progettare un futuro diverso e migliore per questo settore. È il momento giusto per dare vita ad una nuova conferenza nazionale della pesca italiana che possa consentire di voltare pagina per imboccare la strada del rilancio di un'economia altrimenti destinata a soccombere sotto i colpi sempre più agguerriti della concorrenza internazionale, sempre meno leale, e delle architetture giuridiche ideate in modo indiscriminato dall'Unione europea” proseguono le associazioni e le organizzazioni sindacali “Per questo occorre pure un deciso cambio di passo della politica che sappia finalmente dar vita ad un dialogo serio e costruttivo con le rappresentanze di un settore sempre più in affanno."

In questa ottica è in via di elaborazione una proposta unitaria dalla quale far ripartire con rinnovato slancio il confronto politico con le Istituzioni.

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©