Istruzione e lavoro / Lavoro

Commenta Stampa

Precari Bros, la politica si assuma le responsabilità


Precari Bros, la politica si assuma le responsabilità
21/01/2011, 17:01

Venerdì 21 gennaio i Precari Bros Organizzati, dopo una manifestazione partita da Piazza Nazionale hanno incontrato, presso la sede del Consiglio regionale al Centro direzionale, alcuni capigruppo e consiglieri dei partiti di maggioranza e di opposizione presenti in Consiglio Regionale.
Una necessità legata alla situazione di stallo in cui sono costretti i Precari Bros dopo la sospensione del sussidio e la fine delle attività lavorative . Inoltre lo stesso varo del cosiddetto Piano per il Lavoro da parte dell’amministrazione Caldoro non ha ancora prodotto nessun risultato significativo nelle politiche di contrasto alla disoccupazione e alla precarietà.
La delegazione unitaria di tutti i Precari Bros ha posto ai consiglieri regionali diversi interrogativi riguardanti il pagamento delle spettanze economiche arretrate, il destino dei Precari Bros nell’eventuale rapporto con le Agenzie Interinali previste dal Piano per il Lavoro, la possibilità di poter accedere all’utilizzo dei fondi degli Ammortizzatori Sociali ma, soprattutto, ha richiesto un intervento forte, di carattere generale, della politica tutta per affrontare l’annosa questione attinente la nostra lunga Vertenza.
Dopo le tensioni sociali dei mesi scorsi (5 precari Bros sono ancora detenuti a Poggioreale e agli arresti domiciliari) riteniamo che tutti i partiti, tutte le istituzioni locali e le varie organizzazioni sindacali devono assumere una posizione pubblica circa il futuro occupazionale e salariale dei Precari Bros.
In questa direzione il Consiglio Regionale della Regione Campania, in continuità con l’Ordine del Giorno, firmato unitariamente dai rappresentanti di tutti i partiti, lo scorso mese di dicembre, può svolgere un utile ruolo di stimolo e di sollecitazione verso l’intero arco istituzionale.
Su questo versante della mobilitazione continueremo ad incalzare le nostre controparti fino a quando verranno raggiunti i sacrosanti obiettivi di una Vertenza che coinvolge migliaia di famiglie di Napoli e dell’intera area metropolitana.

Commenta Stampa
di redazione
Riproduzione riservata ©