Istruzione e lavoro / Scuola

Commenta Stampa

Precari scuola: VI commissione approva ordine del giorno


Precari scuola: VI commissione approva ordine del giorno
15/09/2009, 13:09


La VI Commissione Consiliare Permanente ha approvato all’unanimità un ordine del giorno per far fronte ai tagli di personale docente e non docente nella scuola disposti dal Ministero dell’Istruzione. Ai lavori della Commissione, presieduta dal presidente Francesco Casillo (Pd), hanno partecipato il Presidente del Consiglio Regionale della Campania, Sandra Lonardo, l’assessore regionale all’istruzione Corrado Gabriele, il direttore scolastico regionale Alberto Bottino, i consiglieri regionali Luigi Anzalone (Pd), firmatario della proposta di legge per l’elevamento della qualità formativa e per la valorizzazione del personale docente e non docente regionale, anche attraverso progetti didattici rivolti al mondo della detenzione, Gianfranco Valiante (Pd), Antonella Cammardella (Ls), Francesco Manzi (Idv), Nicola Ferraro (Udeur), Francesco Brusco (Mpa).
Sulla base dell’accordo siglato tra Ministero dell’Istruzione e Regione Campania il 3 settembre scorso, l’Ordine del Giorno approvato dalla Commissione chiede che, in sede di conversione del decreto ministeriale del 9 settembre 2009 che recepisce tale accordo, esso venga integrato estendendone l’applicazione oltre che ai supplenti annuali dell’anno scolastico 2008/2009, anche a quelli del precedente anno scolastico 2007/2008 e a quel personale che ha prestato servizio con nomina della scuola su una supplenza lunga di almeno 180 giorni e che sia terminata con il termine delle lezioni. L’Ordine del Giorno propone l’integrazione del tavolo permanente interistituzionale già costituito dalla Giunta con la rappresentanza del Consiglio Regionale della Campania e l’approvazione di una legge per l’elevamento della qualità dell’offerta formativa e per la occupazione e la valorizzazione del personale docente e non docente regionale; impegna la Giunta regionale a utilizzare le risorse appositamente stanziate in Bilancio con legge regionale 1/2009 per la scuola, oltre a quelle risorse già investite per progettualià diverse (Scuole aperte, Pas, Pon, Ofi, Ifts, etc.) e a verificare la possibilità di finanziare servizi di assistentato materiale agli alunni diversamente abili mediante l’utilizzo di collaboratori scolastici assunti a tempo determinato attraverso le graduatorie provinciali e corsi di studio serali. Soddisfazione per il lavoro della Commissione è stato espresso dal Presidente Lonardo e dal Presidente Casillo che hanno evidenziato “la tempestività, l’efficacia e l’importanza di un intervento interistituzionale che ha l’intento di fornire una risposta concreta ai tagli di personale scolastico che colpiscono moltissime famiglie campane”.
Su richiesta del consigliere Anzalone, il Presidente Lonardo ha anche sottolineato che la proposta di legge per l’elevamento della qualità dell’offerta formativa della scuola campana e delle istituzioni regionali di formazione professionale e per l’occupazione e la valorizzazione del personale docente e non docente regionale potrà seguire, a norma di Regolamento e sulla base delle determinazioni della Conferenza dei Capigruppo, la procedura di urgenza affinchè possa essere iscritta al più presto all’ordine del giorno del Consiglio regionale.

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©