Istruzione e lavoro / Imprese

Commenta Stampa

Premio Best Practices per l’innovazione, promosso dal Gruppo Servizi Innovativi Confindustria Salerno


Premio Best Practices per l’innovazione, promosso dal Gruppo Servizi Innovativi Confindustria Salerno
04/05/2012, 13:05

Oggi, presso la sede di Confindustria Campania, in occasione del Consiglio Direttivo del Raggruppamento delle Imprese e dei Servizi Innovativi e Tecnologici, il Presidente del Raggruppamento, Fortunato D’angelo, e il Presidente di Campania Innovazione, Giuseppe Zollo, hanno presentato il Premio Best Practices per l’innovazione, promosso dal Gruppo Servizi Innovativi e Tecnologici di Confindustria Salerno, in collaborazione con Campania Innovazione Agenzia Regionale per la Promozione della Ricerca e dell’Innovazione che ha deciso di affiancare il premio condividendone il format e gli obiettivi.
Il premio, giunto alla sesta edizione, ha visto la presentazione di oltre 150 progetti, provenienti dall’intero territorio nazionale di cui circa 40 selezionati quali meritevoli di menzione.
Da quest’anno è stata istituita una sezione dedicata alla creazione di impresa, denominata UP START Paolo Traci. La partecipazione è gratuita e sono ammesse idee innovative, proposte da imprenditori, aspiranti imprenditori, docenti, ricercatori universitari, studenti universitari, che non abbiano dato già vita ad una attività economica che abbia generato ricavi .
L’ obiettivo è promuovere l’innovazione in modo semplice, presentando i risultati che essa produce, per stimolare dal basso le imprese e gli enti ad investire con maggiore consapevolezza e valorizzare il lavoro delle aziende di Servizi .
Sarà premiata la migliore idea in assoluto, e assegnate menzioni all’idea più creativa, a quella meglio descritta, a quella con il maggiore potenziale di mercato.
L’iniziativa si inserisce sia nell’ambito delle azioni a favore dei processi di sviluppo economico, basati sull’innovazione e il trasferimento tecnologico, attivati in sinergia da Campania Innovazione e sistema confindustriale, nell’ambito di Campania In.Hub – Rete Regionale Ricerca e Innovazione, sia tra quelle iniziative a cui sarà garantita particolare visibilità nell’ambito dell’accordo Confindustria – RAI, finalizzato ad attivare, attraverso gli spazi informativi Rai, le azioni di diffusione e valorizzazione delle eccellenze industriali del nostro Paese in tema di Ricerca e Innovazione.
I progetti, dovranno essere consegnati entro il prossimo 25 maggio a premiobp@confindustria.sa.it (Segreteria Premio BPI – Marcella Villano, tel. +39 089.200841 ) e saranno valutati dal Comitato Tecnico Scientifico composto da autorevoli rappresentanti del mondo accademico e imprenditoriale.

Siamo convinti, afferma il Pres. D’Angelo, che " negli ultimi cento anni abbiamo assistito ad un progresso tecnologico entusiasmante, grazie alla capacità di Innovazione delle passate generazioni.
A Noi, ma soprattutto ai Giovani, spetta oggi il compito di elevarlo a livello esponenziale, a supporto delle nuove e sempre maggiori esigenze dettate dalla Globalizzazione Sociale e dei mercati”.

“L’Agenzia Campania Innovazione – spiega Giuseppe Zollo, Presidente di Campania Innovazione - è attivamente impegnata nella costruzione e implementazione della Rete Campania In.Hub: sono stati costruiti accordi con gli uffici di trasferimento tecnologico dei 5 atenei, camere di commercio, PST e con tutto il sistema confindustriale. In particolare, la nostra collaborazione con Confindustria Salerno nell’ambito del Premio BPI rientra in un programma di azioni congiunte, finalizzato ad implementare progetti di trasferimento tecnologico a favore delle PMI ed erogare servizi di assistenza specialistica per favorire l’innovazione di prodotto, di processo ed organizzativa”.


“Alla base del Premio Best Practices – ha sottolineato il Presidente del Gruppo Servizi Innovativi e Tecnologici di Confindustria Salerno Giuseppe De Nicola – c’è un’idea di innovazione “normale”, che produce risultati e cambia le prospettive delle imprese e del loro modo di competere sul mercato. Viviamo una fase complessa dell’economia ed investire in innovazione non può più essere un fatto occasionale, anzi deve crescere la consapevolezza di destinare budget aziendali ordinari annuali da destinare a nuovi prodotti, piani di marketing innovativi, di accrescere le competenze aziendali e l’uso corretto delle tecnologie per essere competitivi. In una fase di declino per molte aziende, tante altre conoscono tassi di crescita importanti, spesso a due cifre. Nessun segreto, solo un’attitudine ad investire in servizi e consulenze innovative. Il nostro lavoro – ha concluso D e Nicola – è dedicato a divulgare in modo semplice questi casi di successo con la voglia e l’entusiasmo di raccontare un’Italia che reagisce e che cresce. Il 28 e 29 giugno a Salerno questo pezzo di Paese si racconterà del vivo.”

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©