Istruzione e lavoro / Lavoro

Commenta Stampa

PREMIO 'NICOLA ROMEO': AGEVOLARE LA STRADA AI GIOVANI TALENTI.


PREMIO 'NICOLA ROMEO': AGEVOLARE LA STRADA AI GIOVANI TALENTI.
25/11/2008, 17:11

Progettualità, cooperazione e incoraggiamento dei giovani talenti: le soluzioni proposte alla cerimonia del Premio 'Nicola Romeo', per favorire lo sviluppo dei territori a Nord di Napoli e arginare l'attuale crisi economica. Le scuole 'Torricelli'; 'Giovanni XXIII'; 'Nicola Romeo' e 'Matteotti Cirillo' sono le quattro scuole dei comuni di Grumo Nevano, S. Arpino e Casandrino a essere state premiate con un buono di 1.000 euro, meritato per i lavori realizzati in gruppo e singolarmente dagli alunni. Tema: la figura dell'illuminato ingegnere, fondatore dell'Alfa Romeo, originario di S. Antimo. "Mettere in relazione l'alta formazione e le imprese è l'unico modo per evitare la desertificazione culturale del nostro territorio. È indispensabile trattenere i giovani in questi paesi, offrendo ruoli di responsabilità". Ha evidenziato il presidente dell'Istituzione 'Nicola Romeo', Giuseppe Cappa, al tavolo del convegno 'Economia del possibile nell'area Nord di Napoli: possibilità di sviluppo locale', moderato dal giornalista Giuseppe Maiello e tenutosi lunedì scorso in occasione della premiazione. Tony De Lucia, Giusy Terracciano, Antonio Femiano, Mario Dell'aversana, Antonio Di Criscio, Vincenzo Macillo, Stefano Fierro: sono i laureandi che hanno risposto al bando indetto dall'Ente, in collaborazione con l'Università 'Federico II'. Tutti hanno ricevuto un incentivo economico per la prosecuzione degli studi. Nei prossimi giorni saranno ufficializzati i nomi dei tre vincitori di borse di studio. "Nicola Romeo è una lezione di tenacia e d'intelligenza, e ben vengano iniziative valide ad operare sul territorio come la sua - ha commentato Mariano D'Antonio, assessore al Bilancio della Regione Campania -. Non più i 'qualcosisti' di Nitti ma nuovi talenti capaci di progettare. Il futuro dei Comuni è attivare Enti intermediari tra questi e la Regione: la devolution di cui tanto si parla e stiamo avviando. La giunta regionale è pronta ad approvare gli accordi di reciprocità, patti stretti proprio con questi Enti". Sono state premiate anche le imprese: Conceria Russo S.p.a. di Casandrino; Bencivenga couture di Grumo Nevano; Imet Sud s.r.l. di S. Antimo. Scelte, in accordo con l'Unione industriali e l'Associazione piccole industrie di Napoli, per il forte contributo allo sviluppo ed all'innovazione. Hanno ricevuto il premio dal nipote omonimo dell'ingegnere Nicola Romeo, arrivato da Roma e contento di aver avuto la possibilità di partecipare all'evento in onore di suo nonno. "È importante accendere una luce su questi paesi, e quale se non quella di Nicola Romeo – ha dichiarato Nicola Marrazzo, presidente della commissione Bilancio alla Regione Campania -. Facciamo in modo che questo territorio non passi inosservato come nell'agenda 2007 – 2013, che non sia solo ricettacolo di falsi investimenti. Potremmo parlare per ore di sicurezza, ma è il principio di responsabilità e la coesione la risposta". I sindaci dei Comuni di Casandrino e Grumo Nevano, già attivi nell'Istituzione, Antimo Silvestro e Fiorella Bilancio hanno espresso grande soddisfazione per la riuscita del Premio e per l'opportunità che l'Ente sovra comunale, nato nel 2005, può fornire alle loro amministrazioni. Tra molti altri nomi noti, hanno partecipato al panel tecnico Francesco Caia, presidente dell'Ordine degli avvocati di Napoli ed Emilio Alfano, presidente Api Napoli. Ha portato i suoi saluti anche il presidente dell'Unione degli industriali di Napoli, Giovanni Lettieri. La serata è proseguita con lo spettacolo di Incipit, Peppe Lanzetta e Letti sfatti, condotto da Lino D'Angiò che ha organizzato anche un divertente saluto telefonico in viva voce alla vegliarda sorella dell'ingegnere, Giulietta Romeo.

 

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©
LE ALTRE FOTO.