Istruzione e lavoro / Università

Commenta Stampa

Protocollo d'intesa "Invest in Salerno"


Protocollo d'intesa 'Invest in Salerno'
10/05/2013, 10:22

Promosso dalla Fondazione Cassa di Risparmio Salernitana, il progetto “Invest in Salerno” nasce con lo scopo di promuovere lo sviluppo socio-economico del territorio salernitano, favorendo la partecipazione e il sostegno di soggetti pubblici o privati alle opportunità di investimenti censite.

In particolare, la Fondazione Cassa di Risparmio Salernitana, in collaborazione con gli enti e le amministrazioni aderenti dell’iniziativa, intende monitorare e rendere disponibili, sia in forma cartacea che on-line, tutti i progetti imprenditoriali attivati o attivabili in provincia di Salerno di importo superiore ai 500 mila euro, nonché le informazioni sui suoli industriali, turistici e commerciali disponibili per la realizzazione delle iniziative produttive.

Nella giornata di giovedì 9 maggio 2013 è stato firmato un protocollo d’intesa tra la Fondazione Carisal “Sichelgaita” e l’Università degli Studi di Salerno.

“L’Ateneo – ha sottolineato il rettore Raimondo Pasquino – è una dimensione ad integrazione ed approfondimento progettuale per ogni iniziativa che nasca dal territorio. E’ naturale che l’Università interloquisca in termini fecondi con la comunità salernitana e le relative Istituzioni con l’obiettivo di dare ulteriore spessore e respiro alle piattaforme progettuali e programmatiche di crescita e sviluppo”.

“Il protocollo d’intesa – ha sottolineato il presidente della Carisal, Alfonso Cantarella – ha già messo in campo circa 20 accordi programmatici con enti pubblici e soggetti privati. L’obiettivo è fare “rete”. Uno strumento che – soprattutto a favore delle giovani generazioni – riesca ad organizzare sinergia fra soggettività private, realtà pubbliche e l’arcipelago dei fermenti che pure si muovono sul territorio. L’obiettivo– ha concluso il Presidente Cantarella – è dare la possibilità anche agli studenti dell’Ateneo di Salerno di mettere in campo progetti, idee, esperienze in itinere. La Fondazione, nel solco di quest’impostazione, conferma ruoli, presenze ed iniziative”. 

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©