Istruzione e lavoro / Imprese

Commenta Stampa

Protocollo per la mobilità elettrica Comune di Firenze-Renault


Protocollo per la mobilità elettrica Comune di Firenze-Renault
23/05/2012, 14:05

Ad alcuni mesi dalla sigla del protocollo d’intesa, il Sindaco di Firenze Matteo Renzi e il Presidente di Renault Italia Jacques Bousquet hanno presentato oggi a Palazzo Vecchio il percorso sinergico compiuto per promuovere lo sviluppo della mobilità elettrica nel capoluogo toscano.
Con la gamma completa di veicoli elettrici Renault sul mercato, i piani di sviluppo delle infrastrutture di ricarica, l’adozione dei veicoli elettrici nei più diversi settori e utilizzi, la sensibilità della cittadinanza, Firenze diventa modello di riferimento nello sviluppo reale e strutturato di una mobilità sostenibile a zero emissioni.
Durante l’evento, la consegna ufficiale di veicoli elettrici Renault ad aziende del territorio, che hanno scelto di diventare protagoniste della svolta verso una mobilità fiorentina eco-compatibile.

Dalla volontà di collaborazione che ha unito il Comune di Firenze, sensibile allo sviluppo di una mobilità innovativa ed eco-compatibile che salvaguardi il patrimonio artistico, e Renault, unico costruttore automobilistico a proporre sul mercato una gamma completa di modelli a zero emissioni per una diffusione su larga scala, a Firenze la mobilità elettrica passa dai programmi alla concreta attuazione sulle strade. A sette mesi dalla sigla del loro protocollo d’intesa, avvenuta il 17 ottobre del 2011, il Comune di Firenze e Renault Italia tracciano un bilancio dell’impegno congiunto per promuovere l’utilizzo dei veicoli elettrici nel capoluogo toscano.

A Firenze, il progetto di mobilità elettrica entra in una fase di reale integrazione nel sistema di mobilità urbano.

A favorirne lo sviluppo la sinergica azione di interventi pubblici e privati: un piano di adeguamento delle colonnine di ricarica già presenti in città agli standard tecnologici dei veicoli elettrici di nuova generazione e la prospettiva di un ulteriore ampliamento dell’infrastruttura con altri 200 punti di ricarica entro la fine di quest’anno, la definizione di politiche premianti in termini di accesso e circolazione per i veicoli elettrici nella ZTL, lo studio di progetti di car sharing e van sharing da effettuarsi con veicoli elettrici, attività di sensibilizzazione ed informazione, l’impegno a promuovere l’adozione di veicoli elettrici nelle flotte sia private che pubbliche, che oggi porta alla consegna di 24 veicoli Renault ad aziende di riferimento nel tessuto economico fiorentino impegnate in una svolta ambientale della propria mobilità.

La città di Firenze si candida, in tal modo, a diventare modello di riferimento in Italia per uno sviluppo strutturato della mobilità elettrica realizzato mediante un’attività sinergica e coordinata sulle politiche di mobilità del territorio, sulle infrastrutture, sui servizi, sulle proposte tecnologiche e commerciali legate ai veicoli elettrici, e sulla sensibilizzazione della cittadinanza e delle aziende del territorio.

L’Amministrazione, dopo il completamento del Masterplan della mobilità elettrica, nel Novembre 2011, ha partecipato a un importante bando della regione toscana, presentando un piano complessivo di infrastrutturazione di punti di ricarica elettrici, circa 200 tra Comune e Firenze Parcheggi, e di servizi condivisi acquisendo flotte elettriche, coinvolgendo inoltre anche 8 comuni metropolitani, che hanno integrato il progetto con ulteriori interventi, e attivando parallelamente i mobility managers delle principali aziende fiorentine, che hanno dato importanti disponibilità a installare punti di ricarica sia nei parcheggi privati delle principali aziende fiorentine (Telecom, Nuovo Pignone, Ataf, ASL, CRF, Ospedale Careggi, Università, etc.) sia nei principali parcheggi pubblici della grande distribuzione grazie alle principali catene di grande distribuzione presenti sul territorio. Aziende partecipate del Comune di Firenze, come Firenze Parcheggi, Ataf, Mercafir, Quadrifoglio e Silfi stanno attivamente partecipando alla realizzazione del Masterplan.
L’Amministrazione ha anche presentato candidature a numerosi progetti europei sul tema della mobilità elettrica, divenendo tra l’altro città sperimentatrice del progetto Unplugged, insieme all’Università di Firenze, un progetto avveniristico che prevede la realizzazione di soluzioni di ricarica a induzione, senza fili. Il tema della mobilità elettrica è anche allo studio come tema chiave per i nuovi bandi di innovazione del MIUR e UE sul tema smart cities, che verranno pubblicati nel corso delle prossime settimane, con partnerships italiane ed europee.
Per facilitare l’adozione di quantità significative di auto elettriche a livello metropolitano, l’Amministrazione promuove anche politiche di noleggio a lungo termine in particolare per le flotte aziendali, nonché politiche di credito al consumo agevolato per chi acquista mezzi elettrici, che verranno presentate nei prossimi giorni con importanti partners.
All’interno di expo rurale 2012, la grande manifestazione sulla sostenibilità che si svolge a settembre alle Cascine, vi sarà una grande sezione dedicata alla mobilità elettrica a 360°, con possibilità di provare nel parco decine di mezzi elettrici di varie tipologie. Perché la mobilità elettrica è anzitutto una sfida culturale e ambientale.

“Abbiamo dimostrato - ha sottolineato il sindaco Renzi - che questo protocollo non è rimasto lettera morta, ma invece diventato un’occasione per impegnarsi concretamente ed andare avanti. Questo vale per l’amministrazione, perché continua a perseguire le politiche di una sempre più diffusa mobilità elettrica, in linea con gli obiettivi europei, ma vale anche per le aziende, che stanno valutando la bontà delle nostre azioni e quindi ci seguono in questa strada”.

“Firenze si conferma un modello di riferimento nell’ambito della strategia di Renault di fare dei veicoli elettrici una soluzione di mobilità concreta, reale e diffusa in ambito urbano - ha affermato Jacques Bousquet, Presidente di Renault Italia. La mobilità elettrica è per Renault oggi una realtà concreta: 3 nostri modelli 100% elettrici sono ormai sul mercato, pronti a risponde e alle esigenze di quegli automobilisti che con noi condividono la sensibilità e la fiducia in una forma di mobilità più sostenibile, e pronti a tradurre sulle strade gli impegni delle Amministrazioni che come quella di Firenze ne promuovono lo sviluppo”.

Con l’introduzione sul mercato dei primi tre modelli della sua gamma a zero emissioni, Renault ha dato il via nei mesi scorsi alla realizzazione della propria idea di mobilità sostenibile accessibile a tutti, e idonea a rispondere alle più diversificate esigenze di utilizzo: dall’innovativo urban crosser Twizy, soluzione ideale di mobilità urbana, alla berlina grande Fluence Z.E., sintesi di confort ed eleganza nel pieno rispetto dell’ambiente, fino alla furgonetta Kangoo Z.E, detentrice del titolo di Van of the Year 2012, per un trasporto merci eco-compatibile.

Oggi, a testimoniare l’impegno di Renault per uno sviluppo reale e diffuso della mobilità elettrica, la consegna ufficiale di 24 veicoli elettrici Renault acquistati da aziende di riferimento nei loro settori, e che hanno voluto essere fra i pionieri di un’inedita soluzione di mobilità urbana, innovativa, pratica ed ecologica, protagonisti della svolta verso una mobilità fiorentina eco-compatibile: da Speedy Florence che si è dotata di 15 Renault Twizy e 4 Renault Kangoo Z.E. per il proprio servizio di consegna della corrispondenza a Orion che ha scelto un Renault Kangoo Z.E. per effettuarvi un allestimento Ambulanza con un innovativo sistema di sanificazione, da Rari Nates Florentia che si è dotata di una Renault Twizy per lo spostamento cittadino degli atleti a Max Fruit che ha acquistato un Renault Kangoo Z.E. per le proprie consegne in centro città.

Fra le aziende che hanno voluto testimoniare la propria adesione e la propria disponibilità a collaborare per una concreta diffusione dell’auto anche McDonald’s che, oltre a dotarsi di 2 Renault Twizy, ha anche messo a disposizione le aree esterne dei propri ristoranti in città nell’ambito del progetto di installazione dei nuovi punti di ricarica in corso di sviluppo da parte del Comune. McDonald’s collaborerà, inoltre, con Renault in iniziative d’informazione e sensibilizzazione della cittadinanza sulla mobilità elettrica.

Con l’occasione, Renault ha consegnato al Sindaco Matteo Renzi una Renault Fluence Z.E. ed una Renault Twizy che il Comune di Firenze potrà utilizzare per un periodo determinato a supporto delle proprie attività di sensibilizzazione alla mobilità elettrica e ad uno sviluppo sostenibile.

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©