Istruzione e lavoro / Lavoro

Commenta Stampa

RACCOLTA STRAORDINARIA DI RIFIUTI


RACCOLTA STRAORDINARIA DI RIFIUTI
02/07/2008, 17:07

Visto il perdurare dello stato di agitazione dei lavoratori del Consorzio ACSA Ce/3, che rivendicano alla loro parte datoriale il saldo delle loro spettanze arretrate, la raccolta della RSU nel piccolo centro tra le colline tifatine, governato dall’Amministrazione Comunale di Pietro Riello, ha subito uno stop di alcuni giorni. Proprio per tale motivo ed al fine di garantire la salute pubblica dei cittadini l’Amministrazione Comunale nei giorni scorsi ha predisposto una raccolta straordinaria dei rifiuti che è proseguita anche nella giornata odierna (ieri per chi legge), raccolta straordinaria che ha permesso di prelevare tutti i rifiuti solidi urbani presenti in paese. Sulla questione della raccolta della RSU e sul problema ACSA Ce/3, nei giorni scorsi era intervenuto anche il Sindaco Pietro Riello il quale con una nota ufficiale aveva affermato “il problema che si sta verificando a Castel Morrone, inerente il mancato servizio di raccolta dei rifiuti solidi urbani non è imputabile all’Ente Municipale, ma è un disservizio interno al consorzio che gestisce la raccolta per nostro conto. Infatti gli operatori del consorzio ACSA CE/3 non effettuano il servizio di raccolta, ne gli altri servizi previsti dal capitolato, in quanto sono in stato di agitazione. Stato di agitazione che terminerà solo quando il consorzio Ce/3 salderà le spettanze a loro dovute.” E continuando il primo cittadino morronese afferma “la situazione comunque viene monitorata costantemente dall’Amministrazione Comunale, la quale sta valutando anche delle ipotesi alternative, facendo delle indagini di mercato, tutto questo teso anche a non compromettere le ottime percentuali di differenziata fin qui raggiunte grazie alla diligenza degli utenti morronesi.”          

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©