Istruzione e lavoro / Lavoro

Commenta Stampa

RCA: RISARCIMENTI PIU' VELOCI CON L'INDENNIZZO DIRETTO


RCA: RISARCIMENTI PIU' VELOCI CON L'INDENNIZZO DIRETTO
01/09/2008, 11:09

"L'effetto più positivo dell’indennizzo diretto -nonostante la crescita del numero dei sinistri, soprattutto di quelli di lieve entità o con responsabilità congiunta- è la maggiore velocità di liquidazione dei sinistri: infatti, come conferma la Consap (che gestisce la cassa di compensazione tra compagnie, ndr), si è scesi nel 2007 a una media di 55 giorni rispetto ai 63 dell’anno prima". Ad affermarlo è il porfessore Antonio Coviello che ha analizzato i recenti dati diffusi dall’ Ania sulla procedura di indennizzo in vigore dal primo febbraio 2007, che prevede in caso di incidenti non gravi, che il danneggiato possa essere risarcito direttamente dalla sua compagnia entro un periodo variabile dai 30 ai 90 giorni.
 
"I sinistri rientranti nella convenzione, che escludono le lesioni gravi al conducente -spiega Coviello- sono stati circa il 74% del totale e sono costati in media 1.485 euro. I danni a cose e al conducente sono stati, invece, liquidati mediamente con 1.407 euro, mentre quelli (di qualsiasi entità) alle persone trasportate sono costati alle compagnie in media 2.236 euro. Ma una recente indagine effettuata dal Censis (sui soci Aci) ha svelato che, seppur  favorevoli a questa nuova modalità di risarcimento assicurativo (nel 52,2% dei casi la ritengono, infatti, più conveniente e rapida della procedura tradizionale, rispetto al 2,4% che la giudica meno efficace), l’altra metà del campione di assicurati dichiara di non poterla giudicare perché ancora non la conosce o non ha avuto modo di sperimentarla, vista la recente introduzione di questa procedura. Di qui la necessità di istruire maggiormente i consumatori-assicurati con una più efficace campagna informativa", ha concluso l'esperto.

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©