Istruzione e lavoro / Imprese

Commenta Stampa

Renault assegna i propri trofei fornitori e crea due nuove categorie


Renault assegna i propri trofei fornitori e crea due nuove categorie
21/06/2012, 17:06

● Carlos Tavares, Direttore Generale Delegato alle Operazioni di Renault e Christian Vandenhende, Direttore degli Acquisti e Presidente di RNPO (Renault-Nissan Purchasing Organisation) hanno assegnato sedici Trofei Fornitori.

● Questo riconoscimento premia i risultati 2011 raggiunti da fornitori particolarmente performanti in tre categorie fondamentali per Renault : qualità, innovazione e CSR (Corporate Social Responsability).

I Trofei Fornitori sono assegnati, indipendentemente dalla grandezza, dal paese di origine o dal settore di attività, a fornitori di componenti o servizi.

NOVE TROFEI ASSEGNATI PER LA QUALITÀ
Il livello di affidabilità attualmente raggiunto dai veicoli Renault è stato ottenuto grazie ad una stretta collaborazione con i fornitori. Per questa ragione Renault assegna, da sette anni, i "Renault Quality Awards”. Per Carlos Tavares, Direttore Generale Delegato alle Operazioni di Renault, “senza qualità non c’è futuro per un costruttore automobilistico. La qualità è diventata un punto di forza di Renault. È essenziale mantenere i nostri requisiti di qualità al miglior livello in collaborazione con i nostri fornitori”. I Trofei Qualità riconoscono la capacità dei fornitori di trovare soluzioni, rispettare le scadenze di consegna e produrre componenti di qualità.
Quest’anno nove fornitori hanno ricevuto il Trofeo Qualità: Emhart Teknologies, Satuerca, Usui, Defta, Metaplast, Sila Teknik, Valeo Sistemas Automotivos, DK Austech e Faurecia

DUE NUOVI TROFEI PER L’INNOVAZIONE E LA CSR E UN PREMIO SPECIALE
Quest’anno sono stati assegnati due nuovi trofei che evidenziano due assi prioritari per Renault, l’innovazione e la CSR.

● L’innovazione: Renault continua a porre l’innovazione al centro della propria strategia, proponendo soluzioni ingegnose e accessibili a tutti. Oltre al lavoro di ricerca e agli studi avanzati realizzati al proprio interno anche con Nissan, Renault lavora con i fornitori su nuove innovazioni congiunte. Per Christian Vandenhende, "Renault si impegna ad offrire l’innovazione a prezzi accessibili a tutti. In un contesto di crisi economica e riduzione di budget, bisogna inventare nuove leve di prestazione, riunire le proprie forze e includere i fornitori nei progetti, sin dal loro concepimento, per favorire l’innovazione”. I Trofei Innovazione riconoscono la performance di fornitori che hanno firmato con Renault un contratto di co-innovazione o hanno creato una nuova tecnologia avanzata importante.
Tre fornitori hanno ricevuto il Trofeo Innovazione : Michelin (pneumatici Michelin Energy E-V), Pierburg Pump Technology (sviluppo di una nuova pompa ad olio a portata variabile) e LG Chemical (sviluppo e industrializzazione di batterie agli ioni di litio per veicoli elettrici).

● La CSR (Corporate Social Responsability): Renault ha altresì assegnato dei Trofei CSR che premiano l’impegno dei fornitori su aspetti quali l’ambiente, la diversità, i diritti umani e il lavoro, l’igiene, la salute e la sicurezza, il rifiuto allo sfruttamento del lavoro minorile e del lavoro forzato. Dal 2004, Renault sensibilizza i propri fornitori su questi temi e integra criteri di CSR nei processi di classificazione e di selezione dei fornitori. Nel 2010, gli 8.000 fornitori dell’Alleanza hanno ricevuto una carta sulla CSR. Renault si è dotata di un team incaricato di verificare l’applicazione dei criteri della CSR sul territorio. L’obiettivo è quello di ascoltare i fornitori che rappresentano il 95% della cifra d’affari sino al 2013.
Tre fornitori hanno ricevuto il Trofeo CSR: Johnson Matthey e Turbo Energy LTD per le loro performance ambientali; la Fondation AMIPI Bernard Vendre per lo sviluppo, attraverso l’apprendistato, delle capacità cognitive dei lavoratori disabili che si traduce con una loro integrazione nelle imprese ordinarie.

● Un premio speciale è stato assegnato a Vinci Construction per il suo intervento nella costruzione della fabbrica di Tangeri. Vinci ha contribuito a rispettare la scadenza, nonostante le condizioni climatiche sfavorevoli.

Per Carlos Tavares, "esiste una stretta interdipendenza tra i costruttori e fornitori. I costruttori e i fornitori hanno anche un obiettivo comune: generare insieme le loro performance”.

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©