Istruzione e lavoro / Imprese

Commenta Stampa

Renault-Nissan annunciano il sito scelto per la futura fabbrica di batterie


Renault-Nissan annunciano il sito scelto per la futura fabbrica di batterie
08/12/2009, 22:12

LISBONA (Portogallo) – L’Alleanza Renault-Nissan ha svelato il luogo della sua futura fabbrica per la produzione di batterie in Portogallo. L’annuncio è stato fatto a Lisbona dal Primo ministro portoghese, Jose Socrates, e dal presidente-direttore generale dell’Alleanza Renault-Nissan, Carlos Ghosn.

Questa fabbrica, che produrrà batterie agli ioni di litio di ultima generazione, sarà situata nel complesso industriale Renault CACIA (Companhia Aveirense de Componentes para a Indústria Automóvel) di Aveiro, a circa 250 km a nord di Lisbona.

Nissan ha confermato nel luglio scorso la sua intenzione d’investire in un sito produttivo destinato a fornire di batterie i veicoli elettrici che l’Alleanza Renault-Nissan prevede di costruire. Questo sito industriale, la cui prima pietra sarà posta nel 2010, entrerà in funzione nel 2012 e dovrebbe avere una capacità annuale di produzione di 50.000 unità.

« Diventato leader nel campo delle energie rinnovabili, il Portogallo mira ormai a un ruolo di pioniere nel campo della mobilità elettrica e sta attualmente mettendo in piedi una rete nazionale di ricarica delle batterie dei veicoli elettrici », ha dichiarato il Primo ministro, Jose Socrates. « La fabbrica di batterie dell’Alleanza Renault-Nissan rafforza la vocazione del Portogallo ad essere un luogo di ricerca, di produzione e di sperimentazione delle soluzioni e dei componenti destinati ai veicoli elettrici. »

« Apprezziamo molto la determinazione e l’atteggiamento orientato al futuro del governo portoghese per ciò che riguarda la commercializzazione di veicoli a zero emissioni prodotti su larga scala », ha commentato Carlos Ghosn. « La nostra capacità di realizzare questo investimento servendoci dell’insediamento industriale Renault CACIA fa in modo che tutti siano vincenti in questo progetto, sia il Portogallo che l’Alleanza. »

Secondo i termini dell’accordo concluso con il governo portoghese, Nissan investirà più di 160 milioni di euro nel nuovo sito produttivo, creando in tal modo direttamente 200 posti di lavoro sul sito. Questa iniziativa fa seguito all’annuncio, nel novembre 2008, dell’intenzione del Portogallo di lavorare con l’Alleanza Renault-Nissan allo sviluppo, a partire dal 2010, di un programma di mobilità a zero emissioni. Nell’ambito di questo programma, l’Alleanza fornirà i suoi veicoli elettrici a partire da gennaio 2011. Al contempo, il governo portoghese s’impegnerà nella creazione di una vasta rete di 1 300 stazioni di ricarica, che saranno installate sull’intero territorio nazionale nel corso dei prossimi due anni.

« Renault e Nissan si distinguono dagli altri costruttori automobilistici mondiali per la loro strategia che prevede la realizzazione di una rete di siti di produzione di batterie », sottolinea Hideaki Watanabe, direttore generale dell’Alleanza, responsabile del programma zero emissioni. « Il Portogallo raggiunge i paesi, sempre più numerosi, che s’impegnano molto seriamente affinché la mobilità a zero emissioni diventi una realtà. »

Terzo costruttore automobilistico mondiale in termini di volumi, l’Alleanza Renault-Nissan è determinata a diventare leader nella mobilità a zero emissioni. L’Alleanza ha già sin d’ora annunciato programmi di commercializzazione su grande scala di sette veicoli elettrici con le marche Renault, Nissan e Infiniti, a cominciare dalla LEAF di Nissan a fine 2010. Oltre a questa futura fabbrica in Portogallo, l’Alleanza ha confermato la sua intenzione di mettere in piedi siti produttivi in Francia, Giappone, Stati Uniti e Gran Bretagna.

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©