Istruzione e lavoro / Formazione

Commenta Stampa

Roma: "Appalto sicuro", aperte le iscrizioni al corso di formazione


Roma: 'Appalto sicuro', aperte le iscrizioni al corso di formazione
03/10/2013, 16:58

ROMA - Prosegue la preparazione di nuovi corsi per il progetto “Appalto sicuro”, nato da un’intesa tra il Dipartimento di Pubblica Sicurezza del Ministero dell’Interno ela Presidenza del Consiglio dei ministri (Dipartimento della Funzione pubblica) nell’ambito del PON Sicurezza 2007-2013 e organizzato da Formez PA.
L’iniziativa, recentemente rifinanziata, ha il precipuo scopo di istruire gli addetti ai lavori con un metodo didattico innovativo capace di respingere le aggressioni della criminalità nel settore degli appalti pubblici attraverso un percorso formativo, incentrato sulla dettagliata analisi del codice di regolamentazione degli appalti, della durata di 60 ore complessive che si conclude con i test di verifica finali. La prima e l’ultima lezione si tengono in aula (6 ore ciascuna), intervallate da un periodo di circa 40 giorni di approfondimento a distanza con la modalità “e-learning”.
“Gli interessati alle aule, appartenenti alle pubbliche amministrazioni – asserisce Eugenio Urbani, responsabile del progetto per Formez PA – possono richiedere la scheda di iscrizione all’indirizzo appaltosicuro@formez.it”.
Già numerose le nuove adesioni: in Campania, quelle di Comune e Provincia di Napoli e dell’Ente Parco Vesuvio e, in Sicilia, dell’Ente Parco Etna.
Fino ad ora, dall’avvio con la prima aula del 9 maggio 2011 a Benevento, sono stati cinquantuno i corsi realizzati nell’area dell’Obiettivo convergenza, a fronte dei 48 previsti dal progetto esecutivo, di cui19 in Campania (9 a Napoli, 7 a Salerno,2 a Benevento e 1 ad Avellino), 8 inPuglia (4 a Bari, 2 a Foggia e a Lecce), 8 in Calabria (4 a Crotone, 1 a Cosenza, Catanzaro, Vibo Valentia e Reggio Calabria) e 16 inSicilia (4 a Palermo, 3 a Catania, 4 a Messina, 1 a Trapani, Enna, Agrigento, Caltanissetta e Siracusa). Oltre 1200 le unità coinvolte. Tra i partecipanti, esponenti di guardia di finanza, polizia, carabinieri, funzionari di prefetture e dirigenti pubblici di 4 Regioni, 17 Province e 233 Comuni.
“Si tratta di un impegno comune a livello istituzionale per affrontare la corruzione e lavorare per la legalità – afferma Arturo Siniscalchi, direttore area politiche settoriali di Formez PA. Un’azione utile visti anche i risultati ottenuti in termini di partecipazione e di gradimento da parte dei beneficiari, che ha spinto Formez PA e Dipartimento della Funzione pubblica a proporre all’Autorità di gestione del Programma nazionale sicurezza per lo sviluppo l’organizzazione di un nuovo ciclo di attività contro le infiltrazioni mafiose in un delicatissimo settore”.

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©