Istruzione e lavoro / Imprese

Commenta Stampa

Romano (Ugl) su Caremar

“Nuovi acquirenti dialoghino da subito con sindacati”

Romano (Ugl) su Caremar
05/07/2013, 15:12

ROMA - “Che siano degli armatori di grande rilevanza i futuri acquirenti di Caremar sarebbe positivo, visto che stiamo parlando di aziende con enorme esperienza nel settore e conosciute in tutto il mondo, ma auspichiamo che chi gestirà il trasporto marittimo locale, a differenza di quanto fatto in passato, sia aperto da subito al confronto con i sindacati”.

Lo rende noto il segretario regionale dell’Ugl Trasporti – Mare e Porti Campania, Almerico Romano, spiegando che “il processo di privatizzazione di Caremar è stato, infatti, gestito in modo inconsueto, senza confronto con le organizzazioni sindacali, puntando ad un abbattimento dei costi che ha messo a rischio la qualità del servizio. La realtà è che sono stati colpiti solo i lavoratori e le manutenzioni, seguendo quella logica improntata al risparmio e che ricade sempre sulle spalle dei soliti noti”.

“E’ singolare – conclude il sindacalista - che la Campania abbia scelto di ridimensionare le risorse, già insufficienti, da destinare al trasporto marittimo locale quando altre regioni, ad esempio nel Lazio, hanno deciso di aumentarle, comprendendo davvero l’importanza di un servizio essenziale per i cittadini”.

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©