Istruzione e lavoro / Imprese

Commenta Stampa

Russo (Confcommercio): Legge speciale contro abusivismo


Russo (Confcommercio): Legge speciale contro abusivismo
11/11/2013, 12:25

NAPOLI - "Napoli è la capitale della contraffazione e dell'abusivismo. Proponiamo una legge speciale non per far arrivare fondi a pioggia, ma per potenziare i servizi di vigilanza tramite l'istituzione di un Nucleo permanente per la lotta all'abusivismo, con la partecipazione delle istituzioni, delle forze dell'ordine, degli organi di controllo e delle organizzazioni imprenditoriali". Lo ha detto Pietro Russo, presidente di Confcommercio Imprese per l'Italia della Provincia di Napoli, nel corso della Giornata di mobilitazione nazionale sulla legalità promossa dalla Confederazione su tutto il territorio nazionale.
"Un organismo simile è già stato realizzato a Padova con ottimi risultati, ma bisogna considerare che all'ombra del Vesuvio c'è il più grande mercato del falso all'aria aperta d'Europa. Le stime più prudenti - continua Russo - ci dicono che il volume d’affari del falso a Napoli e provincia negli anni 2008-2012 sia stato pari a circa sei miliardi di euro. Su questa somma lo Stato ha perso due miliardi di tasse, una cifra con la quale si poteva evitare l’aumento dell’IVA".
Secondo Maurizio Maddaloni, presidente della Camera di Commercio di Napoli, "il primo esempio deve arrivare dai consumatori, che devono evitare di rivolgersi al sommerso: spesso, infatti, vengono utilizzate merci di scarsa qualità e di conseguenza molto pericolose che danneggiano gli utenti. Ma anche la classe politica deve fare di più: questi mercati paralleli danneggiano le imprese regolari e apportano un danno fiscale anche allo Stato, perché sono tutti mancati introiti".
"Dobbiamo diffondere la cultura della legalità nel nostro territorio - ha evidenziato Ciro Alfano, assessore alle Attività Produttive della Provincia di Napoli - Penso ad iniziative nelle scuole, che facciano capire ai ragazzi che gli acquisti illegali non rispondono alle norme di sicurezza e mettono a repentaglio la salute".
Nel corso della manifestazione, nello spazio antistante la sede di Confcommercio Napoli, si è tenuta l'esposizione fotografica “Le immagini dell’illegalità” che riproduce situazioni e luoghi legati al tema dell’abusivismo e della contraffazione nel nostro territorio. Sempre in piazza si è avuta una distribuzione simbolica ai consumatori de “Il pane della legalità”, con un vademecum che descrive i rischi sulle merci contraffatte.
Nella convinzione che la scuola debba avere un ruolo centrale nella diffusione della cultura della legalità, sono stati coinvolti, per l’occasione, l’Istituto Tecnico Industriale “Leonardo da Vinci” ed il “Liceo Statale “Eleonora Pimentel Fonseca” di Napoli.

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©