Istruzione e lavoro / Lavoro

Commenta Stampa

"Meno controlli ma molto più mirati ed efficaci"

Sacconi:"Le sanzioni per il lavoro nero aumentano del 61%"


Sacconi:'Le sanzioni per il lavoro nero aumentano del 61%'
29/04/2010, 18:04

ROMA - Il ministro del Lavoro Maurizio Sacconi, nel corso dell'audizione alla Camera su lavoro nero, caporalato e sfruttamento della manodopera straniera, ha voluto sciorinare alcuni dati riguardanti le maxisanzioni collegate proprio alle situazioni di impiego irregolare ed agli appalti.
Secondo il ministro, infatti, i provvedimenti punitivi per i datori di lavoro che assumono a nero sono aumentati nell'ultimo anno del 61% grazie ad un minor numero di controlli ma ad una maggior qualita degli stessi. Più 273% se ci si riferisce invece per le ipotesi di reato relative alla disciplina degli appalti e alla somministrazione (caporalato al Sud).
Come si legge sul Sole 24 ore, infatti "lo scorso anno sono state ispezionate 303.691 aziende, delle quali 175.144 sono risultate irregolari: in complesso, dunque, gli interventi sono diminuiti del 3,64%,". Meno ispezioni ma maggiormente mirate che hanno infatti decretato un "incremento sostanziale della gravità delle irregolarità riscontrate"
Sempre secondo quanto si legge sul Sole 24 ore, quindi, si è registrato una diminizione (-23%) delle violazioni formali ma un decisivo incremento di quelle sostanziali (e quindi decisamente più gravi) che sono passate dalle 24.781 del 2008 alle 40.108 del 2009. Stessa impennata si è verificata nel settore degli appalti e della somministrazione (1.782 a 6.649).

Commenta Stampa
di Germano Milite
Riproduzione riservata ©