Istruzione e lavoro / Imprese

Commenta Stampa

Salerno, consegna diplomi all'Ance


Salerno, consegna diplomi all'Ance
25/11/2010, 10:11


SALERNO - Martedì 30 novembre alle ore 10.00 presso la sede dell’ANCE Salerno in Via Galloppa, 15 a Torrione (Salerno), si svolgerà la cerimonia di consegna dei diplomi a tecnici, a tecnici, professionisti e neolaureati che hanno partecipato alla terza edizione del LAMAV, Laboratorio di Management d’Area Vasta, organizzato dall’ANCE Salerno in collaborazione con l’Università degli Studi di Salerno (Dipartimenti di Ingegneria Civile e di Scienze Economiche e Statistiche). Per la prima volta quest’anno il Comitato Scientifico del LAMAV ha ritenuto di conferire il diploma LAMAV ad honorem all’artista Ugo Marano e al Soprintendente BAP per Salerno e Avellino Gennaro Miccio che interverranno alla cerimonia. Ad introdurre i lavori sarà Antonio Lombardi presidente dell’ANCE Salerno: interverranno il docente universitario Roberto Gerundo e l’architetto Iole Giarletta, componenti del comitato scientifico del laboratorio. A margine della cerimonia sarà inoltre presentato il libro del prof. Pasquale Persico “Perché Napoli. Vivere e morire di Napoli”, edito da Paparo Edizioni: una ulteriore opportunità per riflettere a più voci, per mettere a confronto espressioni di diverse professioni e ruoli istituzionali e sociali, e per parlare in maniera plurale di città e del suo futuro. Un dibattito aperto, insomma, sui complessi temi della programmazione urbanistica, di cui si avverte sempre più l’urgenza, dati i risvolti pratici che le scelte di gestione del territorio comportano sulla vita della comunità. Intanto sono già in corso i lavori di preparazione del LAMAV 2011, i cui stage sono previsti per il prossimo mese di maggio, e che presenterà una importante novità didattica: i “focus group”, quattro in totale, una iniziativa di formazione partecipata in cui il comitato scientifico del LAMAV discute con funzionari, dirigenti ed esponenti istituzionali delle questioni più urgenti (in particolare di carattere ambientale e finanziario) collegati ai temi dell’Area Vasta per individuare elementi su cui impostare la progettualità urbanistica. L’ANCE prosegue quindi il suo impegno per la formazione nella consapevolezza che, anche nell’attuale scenario di crisi, migliorare l’approccio culturale rappresenta una leva strategia per affrontare e vincere le odierne difficili sfide economiche.

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©