Istruzione e lavoro / Lavoro

Commenta Stampa

Salerno, Usb: Migranti del Sele, uscire dall'invisibilità


Salerno, Usb: Migranti del Sele, uscire dall'invisibilità
21/07/2010, 11:07

A seguito della riunione che si è tenuta presso la sede USB di Salerno lo scorso 14 luglio, a cui hanno partecipato delegazioni di migranti da Capaccio/Paestum, Battipaglia, Eboli ed il Comitato Regionale Immigrati da Napoli, USB Campania organizza per giovedì 22 luglio un’assemblea pubblica nel Comune di Capaccio/Paestum per difendere i diritti dei migranti.


Impegnati principalmente nell’agricoltura e nell’edilizia, sono circa 6.000 i migranti nella Piana del Sele, un numero in costante crescita per i tanti operai licenziati dalle fabbriche del nord Italia. Si tratta di una realtà di lavoro nero e forte sfruttamento, che uniti a difficili condizioni alloggiative e sanitarie producono una miscela esplosiva a cui non è possibile rispondere con gli sgomberi, come accaduto San Nicola Varco e Varolato/Paestum. Per uscire dalla invisibilità ed essere protagonisti della battaglia per la casa, la salute, il lavoro, per la dignità della vita di tutti i lavoratori, i migranti si danno appuntamento alle ore 19.00 in Piazza Santini, accanto al Municipio di Capaccio/Paestum.


Intervengono:


CASA: Bannanyk Halid, lavoratore edile - Alfonso Amato, Sindaco di Sicignano – Bianca Senatore, giornalista, Associazione Eugenio Rossetti – Nicola Nigro, giornalista, Direttore de “L'Informatore delle Autonomie locali” e “Il Sud” –– Gennaro Avallone, Università di Salerno.
SALUTE: Franco Musumeci, medico Ospedale Da Procida Salerno – Bannanyk Farid lavoratore edile – Rosy Ianulardi, Mediatrice Culturale, USB Salerno – Alessandro Bacci ,Infermiere RdB USB Sanità Agropoli.
LAVORO: Aboubakar Soumahoro e Riadh Zaghdane, dirigenti nazionali USB - Goumbane Mohamed, portavoce di immigrati di Pianura – Napoli.
TRUFFE DEI PERMESSI DI SOGGIORNO: Anna Di Feo, Avvocato – Elduadia Safi Mellouk, vivaista, bracciante - Sene Kadimou Rassoul, sportello immigrazione Napoli.
CONCLUSIONI: Nicola Quagliata, USB Salerno.

USB ha invitato al confronto pubblico tutte le autorità politiche ed istituzionali: il Prefetto di Salerno, Sabatino Marchione; il Questore di Salerno Vincenzo Roca; il Comandate della Polizia Municipale di Capaccio, Antonio Rinaldi; il Presidente della Regione Campania Stefano Caldoro; il Presidente della Provincia di Salerno Edmondo Cirielli; il Sindaco di Capaccio/Paestum Pasquale Marino; il Sindaco di Battipaglia Giovanni Santomauro; il Sindaco di Eboli Martino Melchionda; il Sindaco di Agropoli Francesco Alfieri.

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©