Istruzione e lavoro / Imprese

Commenta Stampa

Sandouville è pronta per il nuovo Trafic


Sandouville è pronta per il nuovo Trafic
09/10/2011, 17:10

Nell'ambito della sua visita al sito Renault di Sandouville, Carlos Tavares ha potuto constatare la progressione dei lavori realizzati e ha voluto ringraziare tutte le persone coinvolte:

"Durante questa giornata di lavoro con le squadre di Sandouville, ho visto la grande mobilitazione degli uomini e delle donne della fabbrica nello svolgimento dei lavori per allestire la produzione del futuro Trafic, finora realizzata al di fuori della Francia.
I 230 milioni di euro investiti per rilocalizzare il Trafic sono una concretizzazione dell’impegno strategico di Renault a Sandouville e in Francia.
Con il futuro Trafic, di cui ho scoperto di recente i primi prototipi al Technocentre, e grazie al coinvolgimento dei collaboratori di Sandouville, che hanno messo il loro talento ed entusiasmo al servizio di questo progetto, sono fiducioso circa le prospettive di attività della fabbrica. Sandouville sarà una chiave per rafforzare la leadership di Renault nel mercato dei veicoli commerciali, ininterrotta dal 1998.
Siamo inoltre mobilitati per sostenere le vendite di Laguna ed Espace, avendo al contempo l’esigenza di adattare rigorosamente la produzione alla domanda. "

Grandi lavori
Nuovi strumenti per lo stampaggio, nuovo reparto lamiere, adattamento della verniciatura alle nuove sagome, nuove strutture per il montaggio per adattare la produzione ai veicoli commerciali ...

Renault sta investendo 230 milioni di dollari a Sandouville per preparare l'arrivo del futuro Trafic nella fabbrica, in modo da consentire:
- Il passaggio di 2 linee a 1 linea di produzione per i 5 modelli attuali per far posto alla futura linea destinata ai veicoli commerciali (nuova area di raccolta di componenti di 600 m2 e organizzazione di 240 postazioni di lavoro nel montaggio),
- Compattazione del reparto lamiere al fine di liberare 10.000 m2 di superficie per i futuri impianti del furgone (290 impianti spostati),
- Sollevamento di 60 cm degli impianti di verniciatura (tunnel di trattamento della superficie lungo 300 m), essendo l'altezza del futuro Trafic maggiore di quella dei veicoli attualmente prodotti.

L'installazione della futura linea destinata ai veicoli commerciali ormai è in grado di fare il suo debutto. Le prossime fasi del cantiere si svolgeranno in parallelo con la produzione attuale, ad eccezione delle modifiche dell’edificio "pittura", che richiederà 8 settimane di interruzione lavoro nel 2012 .
Sempre nel 2012 avranno luogo i primi test reali di produzione del futuro Trafic.
Per questo motivo un programma di formazione è già stato realizzato da giugno, diretto all’intero personale, in modo che tutti i collaboratori del sito Sandouville apprendano le caratteristiche delle trasformazioni in corso nella fabbrica.

Una qualità riconosciuta
Renault Sandouville, fabbrica che si è affermata sul mercato automobilistico con i suoi risultati qualità di prim'ordine (Laguna III nella top 3), diventa uno dei tre stabilimenti francesi del Gruppo per la produzione dei veicoli commerciali, che i clienti apprezzano per la loro robustezza e la loro affidabilità.

In linea con la sua strategia industriale annunciata il 2 febbraio 2011, Renault produrrà a Sandouville dal 2014 un veicolo commerciale, il futuro Renault Trafic, e la versione alta (H2) dell’Opel / Vauxhall Vivaro.
La produzione di questo nuovo furgone a Sandouville dovrebbe raggiungere le 100.000 unità / anno, una volta che tutte le versioni saranno state lanciate.
Dal lancio nei primi anni '80 della prima generazione del furgone, Trafic è diventato un punto di riferimento sul suo mercato. Il successo della gamma Trafic - con le sue 2 altezze, le sue 2 lunghezze, le sue versioni commerciali e trasporto persone - si conferma anno dopo anno.
Nel 2010, Trafic ha conquistato il secondo posto nella sua categoria in Europa e ha mostrato una crescita molto forte sia nei volumi (+ 24%) che nella quota di mercato (+1,5 punti).

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©