Istruzione e lavoro / Lavoro

Commenta Stampa

Insultato lavoratore dell'Atitech di Napoli che protestava

Scajola ad un operaio Atitech: "Lei è uno stronzo"


Scajola ad un operaio Atitech: 'Lei è uno stronzo'
29/10/2009, 11:10

NAPOLI - Sgradevole episodio quello commesso ieri dal Ministro della Attività Produttive Claudio Scajola, in visita a Napoli per partecipare ad un incontro per discutere la situazione dell'Atitech di Napoli, una delle società del gruppo Alitalia che non sono entrate nel mega-salvataggio della compagnia aerea.
Prima di entrare, è stato affrontato da alcuni manifestanti che gridavano la loro rabbia, tra cui Paolo Esposito, operaio della stessa Atitech, che gli ha detto: "Altro che piano per salvarci! Ci hanno tolto la mensa e di colpo siamo tornati indietro di 40 anni. Ma tanto sappiamo già come finisce: che voi politici vi arricchite e gli imprenditori pure". La risposta del Ministro Scajola è stata immediata e rabbiosa: "Perché generalizza? È come se io dicessi che tutti i lavoratori sono stronzi come lei, però non lo dico". Dopo di che ha tirato dritto. L'incontro poi non ha risolto nulla, perchè la proposta del Ministro prevede semplicemente la Cassa Integrazione Guadagni per 600 dei circa 900 dipendenti; per gli altri che rimarrebbero a lavorare, è previsto un taglio del 10% dello stipendio ed un aumento dello straordinario obbligatorio. Una soluzione accettabile, dato che l'alternativa è andare a casa. Non una parola per le aziende dell'indotto, completamente azzerate, con una perdita di altri 140 posti lavoro.
Non è la prima volta che Scajola si lascia andare a queste espressioni. Subito dopo l'omicidio del giuslavorista Marco Biagi, definì la vittima un "rompicoglioni".

Commenta Stampa
di Antonio Rispoli
Riproduzione riservata ©