Istruzione e lavoro / Lavoro

Commenta Stampa

SCIOPERO 10 NOVEMBRE: ALTISSIMA PERCETUALE DI ADESIONE


SCIOPERO 10 NOVEMBRE: ALTISSIMA PERCETUALE DI ADESIONE
10/11/2008, 17:11

 

La protesta sindacale indetta da FILT-CGIL, FIT-CISL, UILTRASPORTI, UGLTrasporti, ORSA Trasporti, FAISA FAST ha prodotto il blocco del trasporto pubblico in Campania, nella salvaguardia delle fasce di garanzia previste per i servizi minimi per i pendolari.
 
Le percentuali di adesione allo sciopero, in Campania, sono altissime.
 
E’ il terzo sciopero effettuato senza che le Aziende, il Governo e le Regioni abbiano mostrato alcuna disponibilità ad accettare il Contratto unico della Mobilità, nonostante l’accordo sottoscritto presso il Ministero del Lavoro tra le OO.SS. e le Associazioni datoriali.
 
E’ inaccettabile che, nonostante la liberalizzazione nel settore dei trasporti, non vi sia una programmazione pubblica, manchino regole per tutelare il lavoro, nel trasporto ferroviario vi siano poche risorse e una qualità del servizio insoddisfacente, nel TPL e nei servizi una frantumazione aziendale che produce precarietà e peggioramento delle condizioni di lavoro.
 
Rivendichiamo il diritto delle lavoratrici e dei lavoratori ad ottenere il Contratto unico della Mobilità per avere clausole sociali a tutela del lavoro e l’adeguamento del reddito per difendere il potere d’acquisto dei salari.
 
Ci scusiamo con gli utenti del trasporto pubblico per i disagi che abbiamo procurato, la cui responsabilità ricade però sulle controparti istituzioni e datoriali, ma la nostra vertenza ha un valore anche sociale perché la nostra priorità è difendere il trasporto pubblico e migliorarne la qualità per i cittadini.

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©