Istruzione e lavoro / Lavoro

Commenta Stampa

Unatras e il Governo non hanno trovato alcun accordo

Sciopero autotrasporto, Italia a rischio paralisi

Indetto sciopero di cinque giorni, dal 9 al 13 dicembre

Sciopero autotrasporto, Italia a rischio paralisi
14/11/2013, 20:51

Lo sciopero di cinque giorni dell’autotrasporto, dal 9 al 13 dicembre, indetto mercoledì sera dal comitato direttivo dell’associazione Unatras, rischia di paralizzare il Paese in un periodo “caldissimo” dell’anno, a ridosso del periodo degli acquisti natalizi, richiamando quanto accadde già nel 2007, quando la “rivolta” degli autotrasportatori cadde proprio nelle settimane del periodo natalizio.

La decisione di proclamare il fermo nazionale era già nell’aria da alcuni giorni. L’incontro avvenuto al ministero dei Trasporti fra i rappresentanti del Governo e quelli delle associazioni dell’autotrasporto, infatti, non ha fornito alcuna soluzione ai problemi esposti dai secondi. Prima fra tutte, spicca la richiesta di cancellare il taglio previsto ai rimborsi sulle accise per il carburante. Tale imposta, infatti, non ha fatto che dare il colpo di grazia a molte imprese di autotrasporto che hanno dovuto fare i conti con la crisi economica. Per questo e per altri motivi, oltre a proclamare il fermo nazionale, i rappresentanti di Unatras hanno chiesto di incontrare il Governo al più presto. “Unatras è pronta a proseguire il confronto per trovare le risposte idonee a risolvere i problemi delle imprese”, ha detto Paolo Uggè, il presidente di Unatras e di Fai Conftrasporto. Uggè ha poi aggiunto: “Problemi che vanno dalla riduzione del costo del lavoro alla riorganizzazione dei compiti dell’albo, dal rispetto delle regole da parte di tutti alla lotta a ogni forma di abusivismo e concorrenza sleale. Sono questioni centrali che debbono trovare risposte certe e in tempi brevi. Da troppo tempo si discute con il Governo senza che i provvedimenti si concretizzino. Le imprese non possono più attendere”.

Commenta Stampa
di Vanessa Ioannou
Riproduzione riservata ©