Istruzione e lavoro / Lavoro

Commenta Stampa

Sciopero e manifestazione lavoratori call center Conversa


Sciopero e manifestazione lavoratori call center Conversa
19/01/2010, 13:01

Oggi i lavoratori di Conversa srl di Casalnuovo di Napoli e i lavoratori di OSC di Vitulazio, aziende di call center del perimetro di Voi City Holding, si sono astenuti dal lavoro.
Lo sciopero è stato proclamato dalle Segreterie Regionali e Territoriali di UILCOM-UIL, Slc-Cgil e Fistel-Cisl e dalle RSU aziendali.
I lavoratori hanno tenuto una manifestazione presso il Centro Direzionale di Napoli in prossimità della sede del Consiglio Regionale della Campania all'Is. F13 a partire dalle 11:00.
La manifestazione si rende necessaria per sensibilizzare le istituzioni regionali sulla crisi che ha colpito il gruppo Voi City che in data 11 gennaio presso il Ministero per lo Sviluppo Economico ha annunciato il taglio di 1.125 posti di lavoro più di un terzo dei quali in Campania.
“Il piano Industriale presentato è confuso, inconsistente, senza alcuna progettualità, e non prevede investimenti né un piano di rilancio delle attività. Voi City brancola nel buio e a fronte dell'immobilismo che ha caratterizzato il suo operato degli ultimi mesi pone come unica soluzione della crisi finanziaria il taglio delle attività e dell'occupazione” sostiene Giuseppe Di Marzo segretario regionale della UILCOM che aggiunge “ Le condizioni economiche di questi lavoratori sono al tracollo. Da novembre non ricevono alcuna retribuzione e stanno vivendo una situazione drammatica fatta di affitti in arretrato, di mutui sospesi, bollette non onorate e soprattutto con la difficoltà, per chi non può contare su altre entrate, di fare addirittura la spesa.”
“Chiederemo di interloquire con le istituzioni a partire dall'assessorato regionale al Lavoro” sostiene ancora Di Marzo, “ poiché, è giusto che anche la politica faccia la sua parte. Nelle prossime ore incontreremo anche il committente di Conversa, MEDIASET PREMIUM, per ricercare soluzioni alternative alla vertenza”.
I lavoratori domani in concomitanza con la manifestazione inizieranno uno sciopero della fame.

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©