Istruzione e lavoro / Lavoro

Commenta Stampa

Bus, treni, aerei e traghetti si fermeranno per otto ore

Sciopero generale del 6 settembre, martedì nero per i trasporti

Camusso:"La protesta è contro la manovra economica"

Sciopero generale del 6 settembre, martedì nero per i trasporti
05/09/2011, 09:09

E' in programma per la giornata di domani, martedì 6 settembre, lo sciopero generale indetto dalla Cgil contro la manovra economica varata dal governo lo scorso agosto. Il sindacato prevede un'intensa partecipazione alla protesta, che sarà caratterizzata da manifestazioni articolate a livello territoriale e scioperi dei lavoratori del settore pubblico.
Ad incrociare le braccia saranno soprattutto i lavoratori del trasporto pubblico. La Cgil riferisce che bus, treni e tram si fermeranno per otto ore con modalità stabilite localmente e nel rispetto delle fasce protette: a Roma e Napoli dalle 9 alle 17; a Milano dalle 18 a fine turno; a Torino dalle 9 alle 12 e dalle 15 alle 18; a Bologna dalle 19,30 a fine turno; a Firenze dalle 16 a fine turno; a Palermo dalle 8,30 alle 17,30.
Navi e traghetti aderiranno allo sciopero ritardando le partenze di otto ore, mentre gli autisti di camion si fermeranno per tutto l'arco della giornata, così come il personale dell'Anas. Secondo modalità stabilite localmente, inoltre, ci sarà lo stop di otto ore anche in porti e autostrade. Lo sciopero nel settore dei trasporti, infine, interesserà anche l'autonoleggio, il soccorso stradale, le autoscuole, i trasporti funebri e le funivie.
Quello di domani sarà il quinto sciopero generale dall'insediamento del governo Berlusconi e il secondo da quando alla guida della Cgil c'è Susanna Camusso. In particolare, questa volta il sindacato ha intenzione di affermare che è possibile "un'altra manovra" e per questa ragione verranno organizzati anche comizi nelle piazze, per spiegare cosa sta accadendo e quali sono le ragioni della protesta. Il segretario generale della Cgil, Susanna Camusso, infatti, chiuderà la manifestazione che si terrà a Roma.

Commenta Stampa
di Vanessa Ioannou
Riproduzione riservata ©