Istruzione e lavoro / Università

Commenta Stampa

Scontri Università, Vincenzo Drago: "condannare ogni forma di violenza"


Scontri Università, Vincenzo Drago: 'condannare ogni forma di violenza'
11/10/2011, 09:10

Purtroppo oggi è avvenuto quello che da mesi temevamo accadesse: il ferimento di una studentessa la cui unica colpa è stata quella di essere andata in facoltà per seguire i corsi. – lo afferma in una nota Vincenzo Drago, rappresentante degli studenti della Facoltà di Lettere e Filosofia e responsabile provinciale di Azione Universitaria -. Sono mesi che presso le strutture della Facoltà di Lettere la presidenza permette la permanenza di un gruppuscolo di ragazzi, molti dei quali nemmeno studenti iscritti, che mantengono alta la tensione.

Episodi di violenza, di prepotenza e minacce si verificano quotidianamente a danno della serenità di oltre 10 mila studenti iscritti presso quella facoltà; nonostante le rassicurazioni da parte del Rettore Marrelli e del Preside De Vivo di restituire agli studenti gli spazi ingiustamente occupati per farne aule studio e per i corsi, puntualmente queste promesse sono state disattese. Quanto ancora dovremmo aspettare prima che l’Università torni ad essere un luogo di crescita personale e scientifica e non un posto pericoloso dal quale molto spesso si entra sani e si esce feriti?.”

“Non posso - conclude – che condannare ogni forma di violenza e sperare che immediatamente le forze dell’ordine, il rettore ed il preside ristabiliscano il giusto clima di serenità nel quale tutti gli studenti devono poter studiare.”

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©