Istruzione e lavoro / Lavoro

Commenta Stampa

SCUOLA: CRESCONO LE ISCRIZIONI PER L'ANNO 2008-09


SCUOLA: CRESCONO LE ISCRIZIONI PER L'ANNO 2008-09
31/01/2008, 14:01

Un trend complessivo di crescita degli alunni quantificabile intorno alle 10.000 unità. E' quanto emerge dai dati non ancora definitivi relativi alle iscrizioni per l'anno scolastico 2008-2009 (il termine per presentare le domande scade oggi - 30 gennaio). La tendenza è emersa durante l'incontro svoltosi ieri, in tarda serata, tra i tecnici del ministero della Pubblica Istruzione e i sindacati per la definizione del decreto interministeriale (da emanare di concerto con il ministero dell'Economia) sugli organici del personale docente. Una forte crescita nella scuola secondaria di primo grado (ex medie) pari a circa 20.000 unità e un piccolo incremento di circa 2.000 unità nella primaria (elementari) è compensato da un calo significativo nella secondaria di secondo grado (superiori): circa 12.000 studenti.
Nell'anno scolastico in corso tra i banchi siedono 7.742.294 alunni: 961.872 nella scuola dell'infanzia, 2.566.436 nella primaria, 1.615.266 nella secondaria di primo grado e 2.598.720 nella secondaria di secondo grado. Oltre 721.000 gli insegnanti con contratto a tempo indeterminato. Per quanto riguarda gli organici, la legge Finanziaria prevede per il prossimo anno scolastico (2008-2009) la riduzione di 11.000 unità di personale (10.000 docenti e 1.000 ausiliari, tecnici e amministrativi). La bozza di decreto presentato ieri ai sindacati prevede una riduzione del 60% nell'organico di diritto e il restante 40% da effettuare in un secondo tempo verificando le esigenze di fatto (in una precedente bozza si prevedeva la riduzione soltanto in organico di diritto). Gli interventi di contenimento dovrebbero riguardare solo la scuola primaria e la scuola secondaria di secondo grado, mentre la scuola secondaria di primo grado dovrebbe registrare un lieve incremento di organico: circa 750 posti come conseguenza del forte aumento della popolazione scolastica. Alle elementari gli obiettivi di riduzione degli insegnanti dovrebbero essere conseguiti attraverso un migliore utilizzo degli insegnanti di lingua straniera e con la ulteriore riduzione di organico funzionale. Alle superiori l'amministrazione, secondo quanto spiegano i sindacati, l'amministrazione intende agire anche attraverso la formazione delle classi (non tenendo conto - spiegano - della possibilità di scelta dei ragazzi tra i vari indirizzi della scuola).
Per quanto riguarda la scuola dell'infanzia, invece, la dotazione di organico di diritto verrà incrementata con i posti autorizzati lo scorso anno in organico di fatto, più ulteriori posti per un totale di circa 700 unità. Al sostegno verranno applicati i nuovi criteri per la formazione dell'organico definiti in Finanziaria che prevedono il raggiungimento nell'anno scolastico 2010-2011 della consistenza di organico di diritto pari al 70% dei posti complessivamente attivati nell'anno scolastico 2006-2007. Sulla base di questa consistenza sarà possibile arrivare alla fine del triennio a un organico di diritto di 63.347 posti rispetto agli attuali 48.696. 

Commenta Stampa
di Giancarlo Borriello
Riproduzione riservata ©