Istruzione e lavoro / Lavoro

Commenta Stampa

SCUOLA: INCONTRO DEI SINDACATI NAPOLETANI CONTRO I TAGLI


SCUOLA: INCONTRO DEI SINDACATI NAPOLETANI CONTRO I TAGLI
01/09/2008, 14:09

I sindacati della scuola si riuniranno domani per concordare le iniziative contro il taglio

delle supplenze stabiliti dal ministero dell'Istruzione. Il taglio viene definito, in una nota, "clamoroso". Si parla di "2300 posti in meno nella sola provincia di Napoli". Durante l'incontro si discuterà anche della decisione del governo di ritornare al maestro uniconelle scuole elementari, "decisione che si tradurrà in una ulteriore diminuzione del

personale scolastico. Valuteremo assieme alle altre federazioni - spiega il segretario generale della Cisl scuola Luigi Bifulco - la mobilitazione da attuare per contrastare il chiaro tentativo di penalizzare ulteriormente la scuola pubblica a Napoli e nel resto del paese. Siamo fortemente preoccupati - continua - del fatto che le istituzioni locali e gli stessi parlamentari della provincia di Napoli non intervengano a sostegno di una battaglia che tutti dovremmo condividere". Bifulco definisce gli ultimi provvedimenti del ministro "degli attacchi scientifici messi in campo contro la scuola napoletana. Prima - spiega - ha offeso gli insegnanti del Sud, dimenticando di sottolineare che molti dei risultati negativi che emergono dalle indagini Ocse-Pisa derivano da un contesto di forte disagio sociale e culturale. Poi ha pensato di continuare a tagliare, invece di intervenire per correggere la rotta, fino a trovarci oggi con classi superaffollate che comprometteranno ancora di più la didattica. Infine ha completato il tutto con il capolavoro del ritorno

al maestro unico, dimenticando che la riforma attualmente in vigore ha consentito alla scuola primaria di raggiungere il secondo posto per qualità della formazione a livello europeo", conclude Bifulco.

  

Commenta Stampa
di Giulio d'Andrea
Riproduzione riservata ©