Istruzione e lavoro / Scuola

Commenta Stampa

Dati allarmanti per la professione di docente

Scuola, insegnanti italiani i più vecchi al mondo

Pacifico (Anief): "La media è già oltre i 50 anni"

Scuola, insegnanti italiani i più vecchi al mondo
27/12/2013, 10:41

Il presidente “Anief” e segretario organizzativo “Confedir”, Marcello Pacifico, ha pubblicato una nota dalla quale si evincono dati preoccupanti per la scuola italiana.
“Chiederemo un'interpretazione autentica alla Consulta, perché la professione docente è tra le più alte a rischio burnout. Già oggi la media è oltre i 50 anni e presto si lascerà la cattedra non prima dei 67 anni. Sono particolarmente penalizzate le donne, che nel comparto istruzione rappresentano oltre l'80% del personale: per la pensione di vecchiaia serviranno 63 anni e 9 mesi di età; per quella anticipata servirà un'anzianità contributiva di 41 anni e 6 mesi. Il Miur fissa al 7 febbraio la scadenza per la presentazione delle domande, ma rispetto a pochi anni fa lascia il servizio meno della metà degli insegnanti e Ata: siamo quasi al blocco del turn over”.
“Il 2014 porterà un altro bel giro di vite sul fronte della pensione dei lavoratori - prosegue la nota - In particolare per quella delle donne. Dopo che la riforma Fornero ha elevato, dal 1° gennaio del 2012, l'eta' minima per accedere all'assegno di quiescenza da 60 a 62 anni, nel 2014 serviranno 63 anni e 9 mesi. Mentre per quelle che non posseggono il requisito dell'età anagrafica, servirà un'anzianità contributiva di 41 anni e 6 mesi entro il 31 dicembre 2014 (per gli uomini un anno in più). Considerando che oltre l'80 per cento dei docenti italiani è composto da donne, il nostro corpo insegnante non potrà che confermarsi negli anni il più vecchio al mondo”.  
L’allarme parte dai dati numerici: ''Quest'anno hanno lasciato il lavoro circa 11mila docenti e 4mila Ata. Mentre 12 mesi prima erano stati complessivamente 28mila. E nel 2007 oltre 35mila. Se non è un blocco del turn over, poco ci manca, con gli insegnanti italiani destinati ad essere sempre più tra i più vecchi dell'area Ocse: in base agli ultimi dati ufficiali, l'età media delle immissioni in ruolo è alle soglie dei 40 anni di età. E ormai complessivamente due insegnanti italiani su tre hanno almeno 50 anni. Non solo: i nostri docenti con meno di 30 anni sono appena lo 0,5%, mentre in?Germania la presenza di insegnanti under 30 si colloca al 3,6%, in Austria e Islanda al 6%, in Spagna al 6,8%". 

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©