Istruzione e lavoro / Lavoro

Commenta Stampa

Il provvedimento ora passa al Senato

Scuola, ok della Camera al decreto precari


Scuola, ok della Camera al decreto precari
21/10/2009, 22:10

ROMA – Con 263 voti a favore, 196 contrari e 33 astenuti, l’aula della camera ha approvato il decreto legge sui precari nella scuola. Dalla graduatoria unica alle supplenze: tante le novità previste dal provvedimento che ora passa all’esame del Senato. Per le supplenze temporanee, avranno la precedenza assoluta i precari che l’anno scorso avevano un contratto annuale, senza contare l’inserimento nelle graduatorie d’istituto. Potranno accedere alle supplenze anche quelli che nell’anno scolastico 2008/2009 hanno maturato 180 giorni di supplenza. Quelli che percepiscono la disoccupazione possono partecipare a progetti ad hoc fino a 8 mesi, progetti che le scuole possono promuovere, in collaborazione con le regioni (che li finanziano). Non si esclude, inoltre,che i precari possano passare da contratti di supplenza a contratti a tempo indeterminato ma questo solo nel caso di immissione in ruolo. A partire dal 2011 si avrà un’unica graduatoria nazionale: gli insegnanti precari potranno indicare solo un’altra provincia oltre a quella prescelta, ma con l’inserimento 'a pettinè. Maggiori controlli per i docenti precari che chiedono l’inserimento in graduatoria in una provincia diversa da quella di residenza usufruendo della legge 104 sui disabili. Si dichiara soddisfatta il ministro dell’Istruzione, Maria Stella Gelmini che ha dichiarato: “Si tratta di un provvedimento positivo, anche per il metodo con il quale si è arrivati all’approvazione con un clima positivo, la maggioranza unita e l’Udc che si è astenuta”.

Commenta Stampa
di Antonella Losapio
Riproduzione riservata ©