Istruzione e lavoro / Imprese

Commenta Stampa

Serrata Ztl, Aicast: “Condannate le violenze, non le associazioni d’impresa”


Serrata Ztl, Aicast: “Condannate le violenze, non le associazioni d’impresa”
15/04/2013, 15:39

L’Aicast - Imprese Italia della Provincia di Napoli - esprime il proprio stupore per quanto dichiarato da Confcommercio e Cittadinanza Attiva in difesa di Napoli con i propri comunicati stampa del 11 e 13 aprile 2013 con i quali le stesse si sono dichiarate offese dalla condanna pubblica espressa dall’Aicast per i gravi atti di violenza che hanno caratterizzato, purtroppo, in maniera negativa la protesta dei commercianti napoletani contro la Ztl, nonché del concreto pericolo e, dunque, la necessità di evitare l’infiltrazione abusiva di “gruppi o personaggi” che utilizzano la violenza per sabotare e prevalere sull’altrui legittima “richiesta di ascolto” .

Naturalmente, la condanna dell’AICAST era ed è rivolta ad ogni atto di violenza e non alle diverse Associazioni che hanno organizzato la manifestazione e, quindi, la stessa non può essere considerata faziosa o diffamatoria ed ogni polemica in merito risulta del tutto infondata.

Tra l’altro, le denunciate preoccupazioni dell’Aicast, circa il pericolo di “illegittime e violente infiltrazioni ” che, purtroppo, ancora una volta hanno "inquinato" la "Protesta dei commercianti napoletani", hanno trovato conferma anche nelle dichiarazioni stampa del Sindaco e del Questore di Napoli.

L’Aicast, ferma la libera partecipazione dei commercianti napoletani, proprio in ragione del pericolo degli atti di violenza da parte di “sabotatori” ed in considerazione della disponibilità del Sindaco a rivedere insieme alle Associazioni Datoriali i limiti della Ztl, aveva dichiarato la sua non partecipazione alla manifestazione.

Poiché le polemiche e la faziosità dei toni espressi non risolvono i problemi e, soprattutto, per non “cadere nella trappola di chi strumentalizza la violenza per prevalere sulla legalità”, ritenendo, comunque, che la grave crisi che oggi vivono i commercianti napoletani sia aggravata anche dalla Ztl, l'Aicast rinnova l’invito a tutte le Associazioni datoriali a predisporre, al di là delle reciproche ragioni sindacali, una comune ed efficace azione al fine di coordinare con il Sindaco la modifica ed il miglioramento dei limiti della Ztl e, quindi, favorire la rinascita del commercio nella nostra città.

 

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©